Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Fitoterapia / Fitoterapia cinetosi

LA FITOTERAPIA CONTRO LA CINETOSI (Mal di viaggio)

A cura di Anna Paola Tortora con la consulenza di Marco Sarandrea

La cinetosi (o chinetosi), un disturbo meglio conosciuto come "malessere da movimento" o "mal di viaggio", è una reazione molto comune legata agli spostamenti ritmici e ondulatori ai quali il soggetto è esposto durante un viaggio in un mezzo di trasporto, che sia esso macchina, nave, aereo o anche treno. Vero e proprio disturbo neurologico, la cinetosi sembrerebbe essere determinata da uno stress a carico dell'apparato vestibolare e del sistema nervoso parasimpatico. La stimolazione delle delicate strutture presenti all'interno dell'orecchio, le stesse dalle quali dipende l'equilibrio, può portare alla comparsa di disagi più o meno forti nei soggetti predisposti, tra i quali nausea, sudorazione fredda, pallore e in alcuni casi vomito, mal di testa e diarrea.

Pubblicità
Al di là delle più comuni accortezze da osservare durante il viaggio - come sedere nella direzione del senso di marcia, non leggere e guardare davanti a sé - sono molti i rimedi di cui la farmaceutica moderna dispone contro la cinetosi, ma valide alternative sono offerte anche dalla natura. Esistono diversi fitoterapici e gemmoderivati che sono in grado di dare sollievo, erbe che possono essere assunte sia sotto forma di tisane che di preparati e diluizioni alcoliche. In entrambi i casi si tratta di rimedi adatti sia agli adulti che ai bambini (che spesso più dei primi accusano i disagi collegati alla cinetosi). La maggior parte dei prodotti in soluzione idroalcolica o dei gemmoderivati deve essere somministrata utilizzando come veicolo l'acqua (e non quindi attraverso l'assunzione sublinguale, come talvolta viene consigliato). La percentuale alcolica contenuta nei suddetti preparati, così diluita, diventa quindi infinitesimale e per questo può essere assunta tranquillamente anche dai più piccoli.

La pianta che più comunemente viene utilizzata in caso di mal di macchina e mal di mare è lo zenzero. Esso è un potente digestivo, con la capacità di sopprimere lo stimolo del vomito, per questo è considerato il rimedio anti-nausea per eccellenza. Lo zenzero agisce positivamente sullo stomaco, uno degli organi più coinvolti dai sintomi della cinetosi, contrastando, oltre la nausea, anche la pesantezza di stomaco. La droga ha però molte altre proprietà. Possiede ad esempio, spiccate qualità adattogene, ovvero viene in soccorso dell’organismo aiutando il corpo ad adeguarsi al contesto esterno: in caso di cinetosi basta tenere in bocca dei pezzettini di zenzero candito per provare immediatamente sollievo. Esistono poi gomme o caramelle, sempre a base di zenzero, che sono anch’esse adatte allo scopo. Può essere molto utile anche masticare direttamente la radice della pianta; quest'ultima però ha un sapore molto forte e particolare, non gradito a tutti i palati. La radice dello zenzero può essere utilizzata anche per confezionare un decotto ottimo da assumere i giorni precedenti al viaggio come prevenzione. La pianta è anche un potente antiossidante.

Tra le altre piante utili contro la cinetosi si annoverano il lichene islandico, il cardo mariano, la melissa e la menta. Con queste erbe è possibile preparare delle tisane e delle infusioni che hanno un'ottima efficacia come rimedi preparatori al viaggio. Queste formulazioni devono essere assunte durante i giorni precedenti alla partenza: predispongono l'organismo ad affrontare lo stress determinato dal movimento involontario, aiutando il corpo a contrastarne gli effetti e le manifestazioni sintomatiche. La dose consigliata è di almeno due tazze al giorno. 

La melissa viene impiegata sia per le sue qualità calmanti sia perché al suo effetto lenitivo sono associate proprietà anti-nausea. Il cardo mariano può essere assunto, oltre che in tisana, anche come rimedio d'emergenza, utilizzando la polvere dei semi della pianta. Questa, messa direttamente in bocca, ha un effetto immediato contro i sintomi della cinetosi. Il sapore non è gradevolissimo ma l'effetto è assicurato.

Dell'impiego della droga in tal senso si hanno testimonianze anche in tempi antichi: già secoli fa, alcuni preparati erboristici venivano confezionati con polvere di cardo mariano e di lichene islandico, impastandole in modo da creare delle pillole da sciogliere poi in bocca in caso di malessere. Per rendere più piacevole il gusto delle pasticche veniva aggiunto alla ricetta anche un pizzico di menta.
Pubblicità
La menta, però, è molto efficace anche da sola e si rivela utile come rimedio contro la cinetosi a prescindere dalla gradevolezza del suo sapore. La menta piperita (un incrocio tra mentha spicata e menta acquatica) è un’eccellenza italiana conosciuta e impiegata in tutto mondo. È una pianta dalle numerose proprietà il cui impiego negli ultimi anni però è stato relegato alle sue caratteristiche gustative, utilizzata prettamente in cucina e in cosmetica (per insaporire i dentifrici ad esempio). In realtà la menta è un'ottima erba curativa che funziona molto bene come anti-nausea e agisce positivamente contro tutti i mali da movimento.
Per contrastare i sintomi della cinetosi si può impiegare la pianta in vari modi: per uso interno è consigliato masticare direttamente la foglia fresca. Sebbene anche l’olio essenziale di menta possa essere assunto per via orale, diluendone una sola goccia in un cucchiaino di miele, è bene ricordare che la somministrazione di preparati di questo tipo per bocca deve essere effettuata sempre con molta attenzione. L’olio essenziale confezionato con questa erba deve la sua efficacia alle sue proprietà olfattive: annusare profondamente un fazzoletto all'interno del quale sono state versate tre gocce di prodotto auta a combattere la nausea. L'olio essenziale di menta è considerato un toccasana per combattere molti altri malesseri: è ottimo come digestivo, è un antidolorifico importante, utile contro gli stiramenti muscolari; è anche un antispastico che viene impiegato contro i dolori mestruali ed è utile per curare le punture di insetto.

Proprietà aromatiche spiccate sono possedute anche da un’altra pianta di comunissimo utilizzo (soprattutto in cucina), ovvero il basilico: il suo odore forte e piacevole è, come quello della menta, in grado di annullare la nausea.

Altra droga che può essere impiegata contro la cinetosi è il tiglio. Le sue gemme (con le quali viene prodotte il gemmoderivato tilia tomentosa), è considerato il miglior rimedio per le coliche gassose nella prima infanzia. Il legno combusto del tiglio è uno dei più efficaci carboni vegetali. Nella cinetosi, anche del bambino, è consigliato assumere un cucchiaio di acqua con dentro due gocce di tilia tomentosa, unite alla stessa quantità di ficus carica (gemmoderivato del fico). I macerati glicerici delle due droghe agiscono sulle distonie neurovegetative e hanno per questo efficacia contro il mal da movimento. 

Al viaggio possono essere associati sentimenti come ansia e preoccupazione, che possono provocare la comparsa di disagi psicologici e fisici. Contro il timore del viaggio la natura corre in aiuto con rimedi in grado di fornire sostentamento al soggetto preoccupato: proprietà calmanti sono possedute dai già citati gemmoderivati di tiglio e fico (tilia tomentosa e ficus carica). Anche l'avena ha un'importanza terapeutica distensiva ed efficace in questi casi: la droga infatti agisce sulle paure latenti e non definite, che possono portare attacchi di panico, contrastando l’insorgere di questi ultimi.
Stesso impiego possono avere l'olio essenziale di lavanda e sandalo: entrambe le formulazioni, anche se meno efficaci di quello di menta, con le loro proprietà olfattive agiscono sulla sfera psicologica, donando tranquillità.

Azione combinata ha invece la camomilla. La pianta, conosciuta dai più come calmante, ha in realtà spiccate qualità antispastiche. Per questa ragione agisce bene sul viaggiatore inquieto, quando il suo fastidio deriva da un problema gastrico: il soggetto si sente male e quindi entra in ansia. In questa situazione la pianta è perfetta per contrastare sia i sintomi di malessere fisico che psicologico.
Altra pianta da non sottovalutare e riabilitare è l'assenzio maggiore (Artemisia absinthium) che però, se distillato, sviluppa una sostanza chiamata tujone, una molecola tossica pericolosa per l'organismo, in particolare per il sistema nervoso e per la ghiandola surrenale (perchè stimola la produzione di adrenalina). Per legge la distillazione dell'assenzio è dunque vietata. Ma se invece esso viene utilizzato per confezionare degli infusi e assunto in piccole dosi, rivela le sue proprietà antiemetiche (grandi quantità, all’opposto, possono provocare il vomito). L’assenzio si assume sotto forma di tisana ed è ancora più efficace se unito a lichene islandico, menta e melissa. La foglia da sola ha invece un sapore insostenibile.

Durante il viaggio, per contrastare la nausea, può aiutare anche masticare la radice della liquirizia.

Infine un piccolo accenno alla terapia a base di fiori di Bach: i soggetti più sensibili che presentano instabilità del carattere, gli indecisi e chi perde facilmente l’orientamento, può trovare giovamento dall’assunzione del fiore di Bach Sclerantus.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

La spondilite anchilosante: che cos’è, quali sono i sintomi, come si cura

La spondilite anchilosante (SA) è una malattia infiammatoria che colpisce il sistema muscoloscheletrico e che si manifesta con sintomi quali un perenne mal di schiena che si acutizza durante le ore notturne di riposo con conseguente rigidità mattutina. Essa colpisce maggiormente i...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Star bene giocando con le parole

Scritto il 20 giugno 2017 da Alberto&Alberto

"Storpiare", per gioco, frasi o nomi o titoli di libri o film, rappresenta per molti di noi una pratica naturale, talvolta addirittura irrinunciabile. Che non ha una vera spiegazione logica o scientifica. Ma cosa importa, quando ci diverte e ci fa stare bene?

Pillole di benessere

Bianco o integrale pari sono?

Scritto il 23 giugno 2017 da Welly

Una ricerca israeliana mette in dubbio la superiorità del pane integrale rispetto a quello bianco, in quanto a proprietà salutari. Tutta colpa del microbiota, ovvero della flora batterica intestinale.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.