Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Fitoterapia / Fitoterapia disf. sess.

LA FITOTERAPIA NELLA CURA DELLE DISFUNZIONI SESSUALI 1/2

A cura di Anna Paola Tortora
con la collaborazione del Dott. Paolo Ospici

La sessualità è un aspetto rilevante della vita e non è raro che problemi fisici e mentali ne minino la serenità. Quella delle disfunzioni sessuali è una problematica molto diffusa che interessa allo stesso modo uomini e donne, per cui possono differire solo gli ambiti e le reazioni emotive. Tuttavia, per inquadrare correttamente l'argomento sotto il profilo di un eventuale trattamento fitoterapico (e non solo), è necessario mantenere la distinzione di genere.

Fitoterapia nella cura delle disfunzioni sessuali dell’uomo

Tra le problematiche inerenti la sessualità maschile vi sono l'eiaculazione precoce o difficoltà a mantenere l’erezione, ma anche la difficoltà a raggiungere l’orgasmo. Importante, prima della scelta della strategia terapeutica che si intende adottare per risolvere tali difficoltà, è definire la natura del sintomo. Alla base di problematiche come quelle di cui si parlerà in seguito ci possono essere disagi psicologici ma anche aspetti fisiologici che non devono essere sottovalutati.

In alcuni casi, problematiche di questo genere possono essere legate ad una cattiva circolazione periferica. Se ad essere responsabile della difficoltà a raggiungere un’erezione o a mantenerla è un aspetto circolatorio, esistono alcune piante che possono essere d’aiuto, sia a livello topico che per bocca.

In commercio esistono prodotti per uso esterno che sfruttano l’attività di potenti vasodilatatori come il peperoncino: essi agiscono inducendo una irritazione locale, senza provocare dolore, con lo scopo di determinare una condizione di iperemia (afflusso maggiore di sangue sulla parte interessata) favorevole al raggiungimento dell’erezione. Si tratta nella maggior parte dei casi di rimedi pronti e il consiglio è – soprattutto nel caso di piante con un’azione forte come il peperoncino – di acquistare solo prodotti già preparati.

È possibile, ciononostante, anche confezionare in casa preparati di questo genere: contro la difficoltà a raggiungere l’erezione o a mantenerla, ad esempio, possono essere utili macerati oleosi di piante che possiedono un effetto riscaldante, ma molto più moderato del peperoncino, come il ginepro. Per confezionare il macerato oleoso di ginepro è sufficiente mettere al macero, per 15 giorni, dai 20 ai 40 grammi di bacche di ginepro in 100 grammi di olio.

Pubblicità
Una cattiva circolazione periferica può essere determinata dalla tendenza del soggetto in esame ad avere le arterie strette. In questo caso esistono gemmoderivati che possono funzionare molto bene come cornus sanguinea, citrus limonum e ginkgo biloba (quest’ultimo anche come rimedio fitoterapico insieme al meliloto come pianta da infuso).
 
L’elenco delle piante per chi soffre di disturbi dell’erezione è ancora lungo: trovano applicazione, ad esempio, erbe come il vischio e bassi dosaggi di biancospino, entrambe erbe normalmente utilizzate come vasodilatatori. Il biancospino merita un discorso a parte: la pianta, conosciuta principalmente per il suo potere calmante, nell’ambito della cura di patologie come le disfunzioni sessuali dell’uomo deve essere usata con molta moderazione per evitare di ottenere un effetto contrario rispetto a quello desiderato.

La causa delle disfunzioni erettili però, come accennato, può essere anche psicologica: l’ansia da prestazione può diventare il peggior nemico di una serena vita sessuale. Un’esperienza negativa durante il rapporto, lo stress e le preoccupazioni della vita quotidiana, costituiscono stati emotivi alla base della paura di “non essere all’altezza” per cui il soggetto può entrare in un circolo vizioso, sia che la causa della disfunzione erettile sia fisiologica che psicologica.

Molto utili si rivelano in questi casi erbe calmanti: bassi dosaggi di tiglio, melissa e biancospino, piante con un’attività sedativa modulabile, aiutano a sconfiggere la difficoltà ad avere un’erezione o a mantenerla quando responsabile del problema è l’ansia.
Quando la testa è oppressa da pensieri e preoccupazioni, ottimi risultati si ottengono grazie a dosaggi moderati del gemmoderivato di tilia tomentosa (tiglio). Il gemmoderivato di quercus peduncolata ghianda invece si rivela molto utile quando la difficoltà a raggiungere o mantenere l’erezione sia provocata da un esaurimento psicofisico: esso infatti è un rinvigorente e tonico che agisce in modo notevole sia sul corpo che sulla mente. Per le persone più avanti negli anni è consigliato abbinarvi la sequoia gigantea, un gemmoderivato legato alla senescenza e quindi al processo fisiologico di invecchiamento sia fisiologico che psicologico. 

Un altro aiuto può giungere anche dalla withania somnifera (ashwagandha), un riequilibratore dell’attività cerebrale. L’ashwagandha contiene infatti sia sostanze serotoninergiche che antiserotoninergiche: calma gli iperattivi e stimola i catatonici. È perfetta per combattere gli sbalzi d’umore riportando la psiche all’equilibrio. Simile è l’azione della tintura madre dell’avena

Altro indiziato in caso di problemi di erezione è la stanchezza fisica. In questi casi il consiglio è di rivolgersi a piante che abbiano un effetto rinvigorente, come il ginseng, purché utilizzata con moderazione. Molto efficace anche l’eleuterococco, una droga in grado di donare energia al corpo e alla mente: anch’essa un tonico ma – al contrario del ginseng che ha un’azione molto forte – un’erba dolce e quindi più facile da gestire.

Entrambe le droghe sono indicate per la loro azione rinvigorente ma anche perché sono stimolatori gonadiali ovvero in grado di agire sull’organismo anche a livello ormonale. Essi aiutano a contrastare anche il calo del desiderio sessuale legato ad una diminuita produzione di ormoni, condizione non rara in presenza di forte stress fisico e stanchezza.

Contro la forte spossatezza fisica sono poi indicate due piante ricche di caffeina: il guaranà e la noce di cola. In entrambi i casi si è registrata raramente la comparsa di effetti collaterali simili a quelle provocate dal caffè o dal ginseng. Un'occhiata alla composizione chimica delle due droghe mostra come la caffeina al loro interno non sia libera e quindi non immediatamente disponibile: essa viene rilasciata gradualmente nell’organismo e l’effetto risulta poi prolungato nel tempo (entrambe sono assolutamente sconsigliate per i soggetti che soffrono di ipertensione).

Interessante è l’azione di una droga di origine sud-americana che si chiama maca. Quest’erba molto particolare, proviene da una pianta resistente e dalle potenti capacità adattative: le sue radici sono in grado di assimilare così tanti nutrienti dal terreno al punto che nient’altro riesce a crescere nel raggio di 8 cm. La droga è un corroborante eccezionale per l’organismo e, a differenza del ginseng, non possiede proprietà eccitanti. Altra pianta dalle proprietà toniche è il rosmarino: la droga stimola la produzione di adrenalina agendo sulla ghiandola surrenale ma ha un’azione più gentile del ginseng.

Stimolante del desiderio e dell’attività sessuale è anche la santoreggia al punto che, in passato, ai frati ne era interdetto il possesso. Essa si assume tramite inalazione sotto forma di olio essenziale, attraverso fumenti, tramite diffusione nell’ambiente o respirata direttamente dal contenitore o altrimenti come infuso che si prepara lasciando in infusione uno o due cucchiaini di santoreggia per tazza.

Esistono alcune piante definite stimolanti lombosacrali che hanno la proprietà di agire sui centri nervosi che controllano l’erezione. Due in particolare sono impiegate comunemente nella pratica erboristica: la damiana e la muira puama. Le due droghe sono utili per chi riesce a raggiungere l’erezione ma non riesce a mantenerla.

Esistono infine sostanze che possono essere utilizzate come rimedio d’emergenza da assumere una tantum, anche se nulla di naturale può essere paragonato all’azione di sostanze chimiche con la stessa funzione: il ginseng è una di quelle come anche l’eleuterococco (anche se in misura minore) e la santoreggia.

Quando si parla di disturbi della sfera sessuale il riferimento può essere anche a situazioni opposte come l’eretismo o il priapismo. In questo caso è possibile rivolgersi all’aiuto di piante calmanti a livello sessuale come la ninfea e l’agnocasto. Anche la corteccia di salice, che per tradizione ha un altro uso essendo fonte di acido salicilico, può contribuire a sedare la carica sessuale e a combattere eretismo e priapismo. Queste stesse piante possono essere utilizzate nella ninfomania (per le donne) e, dosate opportunamente, sono efficaci contro l’eiaculazione precoce.

Quest’ultimo è un disturbo che colpisce e affligge una grande fetta della popolazione maschile. In erboristeria, la strategia terapeutica contro questo genere di disagio prevede l’assunzione di droghe sedative dell’eccessiva eccitazione, ma anche piante utilizzate normalmente nella cura di ansia e stress per le loro proprietà calmanti. Spesso, infatti, questo genere di problematica è collegata a ansia da prestazione e difficoltà a mantenere il controllo. Dosaggi precisi e controllati di melissa, biancospino e tiglio possono rivelarsi utili nel tenere a bada l’irrefrenabilità sessuale.

Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
La Fitoterapia nella cura delle disfunzioni sessuali Fitoterapia e disfunzioni sessuali della donna

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Le malattie oculari nell'anziano: riconoscere e curare glaucoma, retinopatia, degenerazione maculare

La cataratta è la malattia oculare più conosciuta nell'anziano, ma ci sono altre patologie che, se non riconosciute e curate in tempo, possono portare alla cecità. Glaucoma e retinopatia diabetica, per esempio, possono essere trattate a seguito di una tempestiva diagnosi fatta...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato