Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Fitoterapia / Fitoterapia studio

LA FITOTERAPIA PER GLI STUDENTI

A cura di Anna Paola Tortora
con la consulenza del
Dott. Marco Sarandrea

Acquisire e mantenere la concentrazione necessaria per affrontare efficacemente un’attività di studio o ricerca può rivelarsi un’operazione non semplice così come gestire l’agitazione che precede un esame o una prova importante, ciò che può portare un calo della determinazione e al tempo stesso alla perdita di ore di sonno. Quest’ultima si rivela responsabile di una fatica ulteriore che rende lo studio ancora più difficile e, in alcuni casi, improduttivo.

Un aiuto per i problemi di concentrazione e di applicazione allo studio può provenire dal mondo delle piante. La fitoterapia rappresenta una alternativa alla medicina di sintesi, seppure è sempre bene ricordare che naturale non è sinonimo di innocuo: la parola chiave per non incappare in spiacevoli inconvenienti e per ottenere l’effetto desiderato è "moderazione". Bisogna sempre tenere ben presente che esagerare con le dosi non porta ad un raggiungimento più rapido dello scopo quanto piuttosto a effetti collaterali che, il più delle volte, vanificano l’azione terapeutica inficiando il risultato.

L’effetto delle piante sull’organismo, poi, non è determinato solo dal tipo di erba che si decide di utilizzare ma anche dalla formulazione che si sceglie, come anche dalla parte della pianta di cui si fa uso. Come terapia di supporto allo studente anche la gemmoterapia offre molte soluzioni, tutte valide.
 
Uno studio effettuato dalla Scuola Fitoterapica Francese, ad esempio, riguarda proprio un gemmoterapico da utilizzare nella preparazione degli esami, ottenuto dai semi della betula verrucosa. Anche altre piante sono in grado di aiutare le facoltà mnemoniche e le loro proprietà sono supportate da studi molto interessanti. Come la bacopa monniera (purtroppo, però, difficile da trovare in commercio) che viene ritenuta l’erba per eccellenza come coadiuvante della memoria.
Altra pianta molto efficace in questo senso è il teucrium polium, meglio conosciuto come il polio, una labiata in grado di agire sulle ghiandole surrenali attraverso i suoi oli essenziali. La droga dona all’organismo tonicità e risveglio contribuendo ad aumentare la concentrazione. Quello del teucrium polium è un modus operandi tipico di tutte le labiate: le piante appartenenti a questa famiglia, ad esempio salvia, origano, melissa, rosmarino, maggiorana e timo possiedono, inoltre, la caratteristica di essere molto profumate e grazie a questa proprietà sono in grado di stimolare e risvegliare l’organismo.
Un ottimo stratagemma erboristico per aumentare la produttività dello studio e resistere a stanchezza e allo stress pre-esame, restando in tema di gemmoterapici, è il quercus peduncolata (quercia): anch’esso espleta la sua azione agendo sulla ghiandola surrenale come il teucrium polium.

La pressione di un esame, uno studio intenso e il mantenimento costante di un livello alto di concentrazione possono rendersi responsabili della comparsa di stress e stanchezza. La sonnolenza rende poco produttivo il tempo trascorso sui libri e non fa altro che rendere ancora più impegnativo il compito dello studente.
Piante come il ginseng possono rivelarsi utili per mantenersi svegli. È importante sottolineare però che, a lungo andare, il suo abuso, come quello di altre sostanze similari, può provocare l'insorgenza di disturbi come tachicardia e ansia, esattamente come quando si eccede con il caffè. Sostanze che sulle prime espletano la loro azione dando all’organismo una sorta di "scossa" e poi perdono la loro efficacia nel giro di poche ore, facendovi seguire una sensazione di spossatezza difficile da combattere.

Lo studente che vuole combattere la stanchezza può assumere sostanze come il rosmarino sotto forma di infuso. La pianta è uno stimolante naturale e aiuta a combattere l’affaticamento fornendo aiuto alla concentrazione ma senza gli effetti collaterali della caffeina.

Come alternativa vi sono numerosi preparati erboristici (fitoterapici o gemmoderivati) da assumere per via orale in grado di combattere la sonnolenza: ad esempi gli estratti idroalcolici o tinture madri ma anche infusioni e tisane. Ottime si rivelano la rhodiola rosea e l’avena, due piante riequilibratori. In particolare la soluzione idroalcolica di rhodiola possiede proprietà toniche e antidepressive mentre il gemmoderivato dei germogli e delle radichette agisce sull’asse ipotalamo-ipofisi-ghiandole surrenali combattendo ansia e immunodeficienza da stress e stanchezza. L’avena, invece, è una pianta in grado di conferire calma che può essere utilizzata anche come rimedio d’emergenza in caso di attacchi di ansia e panico.

L’eleuterococco è ottimo in casi di forte affaticamento. Il consiglio per gli studenti è di rivolgersi a questa pianta nei periodi di sforzo intenso, quelli più caratterizzati da agitazione e preoccupazione: la droga ha, infatti, un’azione stimolante.

Una condizione fondamentale per il successo dello studio è la calma. Nessuna nozione potrà definirsi appresa e memorizzata in uno stato d’ansia o di stress. Lo studente agitato e ansioso sarà meno produttivo e la sensazione di inconcludenza non farà altro che diminuire la sua concentrazione. In questo senso una soluzione è rappresentata dall’uso di melissa e biancospino, entrambe generalmente assunte per il loro effetto calmante. Le due erbe sono ottime per il raggiungimento di una condizione di tranquillità e di equilibrio fondamentali per lo studente che non vuole permettere alla propria apprensione di distrarlo dallo studio. Esse poi si rivelano doppiamente efficaci perché non inducono sonnolenza. La loro azione, infine, è prolungata nel tempo.

Al di là della tensione che caratterizza il periodo dello studio, all’avvicinarsi della data dell’esame ansia da prestazione e paura possano prendere il sopravvento. Già si è parlato dell’azione rilassante svolta da melissa e biancospino, ma altrettanto efficace si rivela una triade di gemmoderivati: macerato glicerico di semi di betula verrucosa, quercus peduncolata gemme e tilia tomentosa (tiglio).
La sinergia dei tre gemmoderivati è in grado di conferire all’organismo uno stato di benessere ma soprattutto di agevolare la comparsa di atteggiamenti di positività e predisposizione nei confronti del compito che deve essere svolto.

Fondamentale infine poi è il riposo. Lo studio infatti può essere produttivo solo se intervallato con la giusta dose di pausa: durante la notte la mente si rilassa e si prepara ad affrontare lo sforzo del giorno seguente. L’insonnia e il dormire male sono nemici della concentrazione.
Le cause dell’assenza di sonno possono essere molte: l’ansia per la mole di studio o l’avvicinarsi della data dell’esame possono provocare tensioni nervose che facilmente si riversano negativamente sul riposo notturno.
Non è consigliato, però, rivolgersi a rimedi d’emergenza per combattere l’insonnia. Alti dosaggi di passiflora ad esempio riescono a conciliare il sonno ma, a lungo andare, possono portare anche effetti collaterali. Le sostanze vegetali “sonnifere” tendono, ad esempio, a provocare una sensazione di intontimento il giorno successivo. Questo non significa che rimedi di questo genere siano da evitare. Sono al contrario ottimi in situazioni d’emergenza come alternativa alla medicina di sintesi. Il suggerimento è però di rivolgersi a questo tipo di soluzione solo una tantum.
Molto più indicato è invece cercare di raggiungere uno stato di sonno naturale. È nelle ore del giorno che si devono porre le basi per un relax psico-fisico in grado di conferire serenità al sonno. Nell’arco della giornata possono essere assunti tilia tomentosa, dosaggi bassissimi di passiflora o melissa, anche in elevate quantità. Il rimedio distribuito nel tempo contribuirà a conferire una sensazione di benessere e rilassamento generale all’organismo e a combattere l’insonnia.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Il dolore in emofilia: le nuove strategie

L’emofilia è una patologia genetica rara e cronica che coinvolge, in Italia, oltre 5000 persone. Più del 50% di esse, convivono con il dolore cronico, con grave impatto sulla qualità della vita. Il dolore è legato ai sanguinamenti, alle infusioni (tra i pazienti...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

A teatro con allegria

Scritto il 17 luglio 2018 da Alberto&Alberto

La commedia ha origini antiche e legate a riti ludici; pur trasformata attraverso i secoli, il suo intento resta quello di suscitare allegria e divertimento in un benefico contesto di condivisione.

Pillole di benessere

Malattie rare, assistenza in crescita

Scritto il 20 luglio 2018 da Welly

Il IV Rapporto sulla condizione delle persone con Malattia Rara in Italia, presentato alla Camera dei Deputati, fa il punto sull’epidemiologia, sull’accesso alla diagnosi, alle terapie, all’assistenza oltre che sull’organizzazione socio-sanitaria, giuridica ed economica. Con buone notizie.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato