Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Omeopatia / Omeopatia anemia

LA TERAPIA OMEOPATICA PER L’ANEMIA DA CARENZA DI FERRO

A cura di Marta Chiappetta

L’anemia è una condizione patologica caratterizzata da una diminuzione della quantità di emoglobina presente nel sangue e/o di ematocrito (porzione di volume sanguigno occupata dai globuli rossi ed espressa in percentuale). L’emoglobina è la proteina presente nei globuli rossi che ha il compito di trasportare l’ossigeno dai polmoni a tutte le cellule dei tessuti durante i processi vitali del nostro organismo.
Per legare a sé l’ossigeno, l’emoglobina ha bisogno di un prezioso minerale, il ferro; quando questo viene a mancare, oppure c’è un difetto nel suo assorbimento, si verifica la forma più comune e frequente di anemia: quella sideropenica o ferropriva, cioè quella causata da deficit di ferro.
Questo forma fa parte del gruppo di anemie definite ipocromiche (o microcitiche) caratterizzate da un basso contenuto di emoglobina e da un’alterazione dei globuli rossi che prima sbiadiscono (per la carenza di emoglobina e ferro), poi si rimpiccioliscono (diventando microciti) e infine si riducono di numero. In questa categoria rientra anche la talassemia (o anemia mediterranea), malattia congenita ereditaria causata da un difetto genetico che provoca una produzione irregolare di emoglobina e un numero di globuli rossi superiore alla norma, associati ad un anomalo accumulo di ferro che non riesce ad essere utilizzato.

Il diminuito apporto di ossigeno alle cellule determina un maggior impegno cardiovascolare e respiratorio e la conseguenza è rappresentata dai sintomi tipici del quadro anemico:
- Astenia
- Sonnolenza
- Cefalee
- Pallore della cute e delle mucose
- Palpitazioni
- Dispnea (anche da sforzo)
- Turbe nervose
- Acufeni e ronzii alle orecchie
- Formicolio e intorpidimento di mani e piedi
- Collasso
- Anoressia
- Nausea
- Costipazione
- Flatulenza
- Perdita di peso
- Ulcerazioni della bocca e infiammazioni della lingua
- Assottigliamento dei capelli e unghie fragili (in particolare nell’anemia da deficit di ferro)

L'anemia sideropenica o ferropriva, nella fase iniziale è asintomatica e i prodromi tendono a manifestarsi e ad acutizzarsi con il progredire della malattia. Il riscontro degli esami clinici va associato ad un’accurata ricerca e analisi delle cause che la determinano.
Le condizioni patologiche che sono all’origine dell’anemia da carenza di ferro sono molteplici. Le cause più frequenti, oltre a quella facilmente riconducibile alle diete vegetariane prive della quantità di ferro presente negli alimenti di origine animale, derivano da condizioni caratterizzate da:
a) Perdite di sangue dovute o a sanguinamenti cronici del tratto gastro-intestinale (ulcera peptica, colite ulcerosa, diverticoli, emorroidi, neoplasie, terapie antinfiammatorie, ernia iatale, parassitosi intestinale) o a fenomeni quali flusso mestruale abbondante e/o prolungato;
b) Aumentato fabbisogno di ferro in fasi particolari di vita come in gravidanza (a causa dell’elevata diluizione del sangue e della maggiore richiesta metabolica legata alla gestazione), nei periodi di crescita e durante l’allattamento;
c) Inadeguato assorbimento del ferro generato da patologie quali gastrite atrofica, infezione cronica da Helicobacter pylori, morbo celiaco, morbo di Crohn.

Il sistema circolatorio convoglia il sangue in tutto l’organismo portando ossigeno e nutrimento ad organi e tessuti; esso permette la vita sia a livello cerebrale, sia come coscienza “cellulare”, ovvero con quella capacità di tutte le cellule di cooperare ed integrarsi per consentire l’esistenza dell’organismo. La parola sangue viene quindi utilizzata da sempre per esprimere tutto ciò che fa riferimento alla vita: energia, azione, calore, movimento, emozione, sentimento, passione, legame.
Ragionando in termini psicosomatici qualsiasi problema relativo al sangue coinvolge sempre il tema dell’energia vitale.
A prescindere dalle cause che la determinano, la condizione anemica si esprime con una ridotta quantità di emoglobina che fa diminuire il nutrimento (l’ossigeno) dei tessuti che, rallentando la loro attività, perdono vitalità. Il sangue che penetra con minor forza nelle cellule rappresenta la “debolezza” del soggetto anemico che allo stesso modo penetra meno la realtà che lo circonda manifestando a livello fisico astenia, lentezza, pallore e facile affaticabilità. I sintomi organici svelano quelli psichici che completano “l’identikit” dell’anemico: minore determinazione, lentezza nelle azioni, tristezza e depressione.
L’apatia che accompagna questo stato ricalca quella delle sindromi depressive che degenerano in esaurimento organico; il soggetto è ipersensibile e ricettivo ma non combatte e subisce passivamente gli eventi della vita. L’atteggiamento mentale si esprime anche nelle errate abitudini alimentari sulle quali il paziente non interviene per aiutarsi e nell’incostanza nel seguire cure e strategie terapeutiche.
Chi soffre di anemia attraversa un momento di resa, si sente debole e stanco, non riesce a dare voce alla parte “maschile” (rappresentata dalla porzione solida del sangue) ovvero quella più autonoma, volitiva e determinata che serve a combattere contro i fattori negativi e a modificare quelle situazioni che generano malessere.

A prescindere dall’approccio terapeutico che viene stabilito dopo aver individuato la causa dello stato anemico, la prima scelta che viene fatta per tutti i pazienti è l’integrazione nella dieta degli alimenti più ricchi di ferro: carne rossa, pesce, tuorlo d’uovo, frutti di mare e crostacei, verdure a foglia verde, legumi, cacao amaro.
Il ferro viene assorbito meglio con gli alimenti di origine animale mentre con quelli di origine vegetale l’assorbimento è molto più basso ma aumenta se si associa l’assunzione di vitamina C presente negli agrumi, nei kiwi e nei peperoni. Le vitamine A e quelle del complesso B, il rame, il calcio e il manganese sono fondamentali per un completo assorbimento del minerale.

Nel trattamento omeopatico il quadro anemico viene affrontato in maniera differente dall’allopatia, pur avendo in comune lo stesso iter diagnostico. Una volta accertata la patologia in atto, il medico omeopata analizzerà anche la personalità del soggetto, la sua reattività alle diverse condizioni esterne e il suo stile di vita (ritmi del sonno, alimentazione, appetito, attività fisica ecc.)
Nella visione omeopatica l’origine della patologia, se confermata dalle indagini cliniche, risiede in un disordine generale e permanente di tutto l’organismo causato da intossicazioni e cattiva igiene di vita o da situazioni di stress continuato nel tempo, conflitti relazionali, lutti, delusioni affettive. Il rimedio scelto sarà quindi diverso anche per le persone affette dalla stessa malattia.
A differenza della terapia con i farmaci tradizionali, inoltre, la cura omeopatica non espone il malato a sgradevoli effetti collaterali ma lo conduce ad una remissione definitiva dei suoi disturbi attraverso un reale e globale rafforzamento delle capacità reattive e riparative dell’organismo.
Il trattamento omeopatico è in grado di agire sia sul terreno che ha determinato l’affezione sia sulla sintomatologia acuta che caratterizza lo stato anemico.

Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
La terapia omeopatica per l'anemia Omeopatia e anemia: i rimedi

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Intestino: un secondo cervello. Ecco come influisce anche sulla salute psichica

Fare una scelta di pancia. Un modo di dire che oggi ha anche un fondamento scientifico: negli ultimi anni, infatti, diversi studi si stanno concentrando sull’influenza che il sistema nervoso viscerale ha sul sistema nervoso centrale, il cervello e il midollo spinale. La scoperta che il...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Braccio di Ferro, il benessere negli spinaci

Scritto il 27 giugno 2017 da Alberto&Alberto

Negli ultimi anni i supereoi, da Superman all'Uomo Ragno, hanno preso il sopravvento nei gusti dei più piccoli, rimpiazzando grandi ed indimenticabili eroi dei fumetti. Che invece avrebbero molto da insegnare in fatto di benessere. Come Braccio di Ferro, ad esempio.

Pillole di benessere

Bianco o integrale pari sono?

Scritto il 23 giugno 2017 da Welly

Una ricerca israeliana mette in dubbio la superiorità del pane integrale rispetto a quello bianco, in quanto a proprietà salutari. Tutta colpa del microbiota, ovvero della flora batterica intestinale.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.