Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Omeopatia / Omeop. depressione

LA TERAPIA OMEOPATICA PER LA DEPRESSIONE 1/3

A cura di Marta Chiappetta

Il termine depressione (dal latino deprimere - premere verso il basso) viene utilizzato, nel linguaggio comune, per indicare uno stato di tristezza o malinconia, incertezza con riduzione dell’autostima e autopunizione, sfiducia in se stessi e paura del futuro. Questa descrizione, tuttavia, non corrisponde esattamente alla definizione di depressione intesa come malattia psichica inquadrata in ambito clinico, caratterizzata da un complesso sistema di sintomi, psichici e fisici.
Una prima diagnosi di patologia depressiva risale ai tempi di Ippocrate di Coo; il medico greco definì la condizione di melanconia (termine ancora presente nei manuali diagnostici) come una malattia distinta caratterizzata da specifici sintomi, mentali e fisici e considerò "paure e scoraggiamenti, che durano a lungo" come espressioni di essa. Fu lo psichiatra e psicologo tedesco Emil Kraepelin che, a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, iniziò ad utilizzare il termine depressione all’interno della definizione di psicosi maniaco-depressiva; in questa manifestazione clinica lo stato depressivo si alternava sempre alla sua fase opposta: l’eccitamento euforico.
La patologia depressiva individuata di Kraepelin si esprimeva principalmente attraverso tre elementi: depressione dell’umore, fissazione e limitazione delle idee, assenza di volontà (abulia). Il soggetto depresso descritto dallo psichiatra tedesco era un individuo particolarmente predisposto che non riusciva a liberarsi dal circolo vizioso della tristezza e dei pensieri cupi; il mondo che vedeva era solo dolore e sofferenza.

Pubblicità
Pur individuando con chiarezza la sintomatologia che caratterizza questo disturbo, diagnosticare una patologia depressiva è molto complesso; l’estrema variabilità dei suoi aspetti, legata a fattori che mutano sensibilmente da paziente a paziente (età d’esordio, sintomi, decorso, livello di gravità), rendono difficile un preciso inquadramento clinico.
Nelle varie edizioni del DSM (acronimo di Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders ovvero Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) sono stati fissati i criteri che hanno favorito un’unità di approccio alla diagnosi e alla classificazione delle diverse forme depressive. La sua strutturazione ha subito numerosi aggiornamenti e ridefinizioni negli ultimi cinquant’anni. Nella recente versione del DSM-IV la depressione viene inserita tra i disturbi dell’umore (inteso come tono affettivo di base o temperamento). In questa classificazione si supera la scissione tra depressione endogena (o reattiva, causata da un evento scatenante) ed esogena (o non reattiva, legata a cause genetico-biologiche o a meccanismi inconsci) e viene stabilito che la predisposizione costituzionale e i fattori stressanti sono complementari e si intrecciano secondo un modello psico-socio-biologico.
Il DSM-IV suddivide i disturbi dell’umore in due grandi gruppi: i disturbi depressivi (depressione unipolare) e i disturbi bipolari.
Il primo gruppo comprende il disturbo depressivo maggiore e il disturbo distimico; il secondo include il disturbo bipolare I, il disturbo bipolare II e la ciclotimia.
Inoltre nella classificazione sono contemplati anche i disturbi dell’umore causati da una condizione medica generale, quelli indotti dall’uso di particolari sostanze e tutti gli altri episodi depressivi che non rientrano in una precisa categoria poiché legati a fattori o ad eventi particolari. Un esempio significativo è la depressione post-partum, un disturbo dell’umore che colpisce circa il 10-20 % delle donne nel periodo successivo al parto. Sintomi caratteristici di questa sindrome sono crisi di pianto, irritabilità, sbalzi d’umore, insonnia o, al contrario, ipersonnia, inappetenza, assenza d’interesse per le attività quotidiane e/o verso il neonato.

Pubblicità
La presenza di uno stato depressivo non può essere sempre rapportata ad una condizione patologica. Nella vita di tutti i giorni spesso si sperimentano dolori, frustrazioni, insuccessi, difficoltà relazionali e di comunicazione. Tali situazioni possono determinare reazioni di tipo depressivo, soprattutto in soggetti predisposti ad instabilità d’umore, che sono conseguenza di eventi traumatici e negativi, di lutti, separazioni, perdite affettive, problemi familiari, lavorativi, economici.
La depressione, dunque, si può manifestare come un singolo episodio transitorio oppure come vero e proprio disturbo depressivo. Entrambe le forme sono caratterizzate da una maggiore o minore gravità ma l’insorgenza della patologia vera e propria si verifica quando si instaura uno stato depressivo permanente. In questo caso la risoluzione della causa scatenante non basta a ristabilire l’equilibrio e la serenità nel soggetto; l’evento traumatico funziona come un catalizzatore e diventa l’occasione che permette allo depressione di emergere.
Quando si presenta una marcata riduzione del tono dell’umore accompagnata da sintomi specifici che persistono per almeno due settimane, influendo negativamente su tutti gli ambiti della vita della persona, si parla di depressione in senso clinico, ovvero di disturbo depressivo maggiore. In questa patologia, che costituisce una delle più comuni malattie psichiatriche, l’umore depresso è presente quasi ogni giorno e per la maggior parte del tempo.
In Italia circa 1,5 milioni di persone soffrono di depressione; l’età d’insorgenza si concentra principalmente intorno ai trent’anni d’età ma si assiste sempre di più allo sviluppo della patologia anche nei bambini e negli adolescenti. Il disturbo è prevalente nel sesso femminile (per la predisposizione ormonale che influisce sui neurotrasmettitori che regolano il tono dell’umore) e nella popolazione anziana oltre i 65 anni d’età. Un dato importante è la continuità del disturbo: nell’80% dei bambini depressi la patologia si ripresenta sempre anche in età adulta.
Secondo gli ultimi dati dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità), nel 2020 la depressione sarà la seconda causa di malattia dopo le patologie cardiovascolari.

Sei qui Pagina successiva Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/3 Pagina 3/3
La terapia omeopatica per la depressione Le cause della depressione I rimedi omeopatici per la depressione

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

I Bio-occhiali: l’allenamento della vista per recuperare diottrie

Si presentano come normali occhiali, ma al posto delle lenti, hanno una struttura composta da fori tronco-conici allineati in modo da ricoprire tutta la superficie. Sono la nuova frontiera degli occhiali stenopeici, pensati per allenare il nervo ottico e stimolare la vista, tanto da renderli dei...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Disco music, allegria in pista

Scritto il 22 August 2017 da Alberto&Alberto

Non solo “Febbre del sabato sera”: la disco music vanta un catalogo di classici che sfidano mode e generazioni. A che a oltre quarant’anni dalla loro uscita spopolano ancora allegramente alla radio e nelle discoteche di tutto il mondo. E oggi molti artisti tra i più noti del periodo, si sono riaffacciati sulla scena

Pillole di benessere

La dieta sotto l’ombrellone

Scritto il 18 August 2017 da Welly

I consigli di una nutrizionista su cosa è meglio mangiare in estate per non rischiare di tornare con qualche chilo in più al termine delle vacanze.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.