Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Omeopatia / Omeopatia eczemi

LA TERAPIA OMEOPATICA PER GLI ECZEMI

A cura di Marta Chiappetta

L’eczema è una malattia dello strato superficiale della pelle, l’epidermide. La fase acuta si manifesta con lesioni infiammatorie con eritema o vescicole pruriginose. Nello stadio finale della malattia le lesioni formano delle croste che successivamente si desquamano. Il sintomo più importante di questo disturbo è il prurito che si presenta sempre, anche se con modalità diverse.
Il processo infiammatorio si instaura per una serie di fattori di diversa natura e si localizza in varie sedi: sul collo, sul viso, nelle pieghe del gomito e delle ginocchia, alle ascelle, all’inguine, alle mani e alle braccia. Le lesioni possono essere circoscritte ad una porzione limitata di cute o essere più o meno diffuse.
Il 70% degli eczemi sono le dermatiti da contatto. La causa del disturbo è il contatto della cute con determinate sostanze esterne che determinano una reazione allergica. Queste sostanze normalmente sono quelle usate nell’ambiente lavorativo o domestico. Possono dare luogo a questa reazione materiali come metalli, cromo e nichel ma anche sostanze specifiche usate per alcuni tipi di lavori come farine utilizzate per la lavorazione del pane o sostanze chimiche usate da pittori, meccanici, fotografi ecc. Se l’eczema si scatena nell’ambiente lavorativo si parla di malattia professionale.
Altre sostanze che possono causare il disturbo sono i cosmetici, i profumi e alcuni capi d’abbigliamento (per il materiale utilizzato nelle tinture). Anche i materiali per uso domestico come detersivi, saponi, cere ecc. scatenano questo tipo di dermatite. In riferimento a queste sostanze esiste un tipo d’eczema detto della casalinga; si manifesta sulle mani ed è provocato dal contatto continuo con saponi e detergenti usati nei lavori domestici.

Pubblicità
Un’altra tipologia d’eczema è la dermatite atopica; è la forma costituzionale di questa malattia, esordisce nei primi mesi di vita e colpisce il volto e le guance. La lesione si manifesta con vescicole piene di liquido che, quando si assorbe, forma delle croste che generano il tipico sintomo dell’eczema: il prurito intenso.
Il decorso della malattia è cronico-recidivante; le cause di questa patologia vanno attribuite a diversi fattori: genetici, immunologici, ambientali.  La causa più importante, tuttavia, è una sindrome psicosomatica.
L’eczema atopico ha un andamento variabile: di solito scompare entro il secondo anno di vita oppure regredisce spontaneamente durante la pubertà. In altri casi resta invece latente per tutta la vita con fasi di riaccensione e remissione.
Le cause sono molto più difficili da identificare rispetto alla dermatite da contatto ove quando la cute entra in contatto con una determinata sostanza si genera un fenomeno di sensibilizzazione; al contatto successivo l’eczema si comincia a manifestare nella zona esposta e l’infiammazione si estende anche in altre parti.

Ci sono altre due forme d’eczema molto comuni: quello seborroico che quando colpisce il bambino è chiamato crosta lattea e si presenta con squame grasse e giallastre localizzate sul cuoio capelluto. La dermatite può diffondersi anche al volto, alle pieghe inguinali, ascellari o al perineo. Il prurito è assente e la crosta lattea regredisce da sola entro poche settimane.
L’eczema seborroico dell’adulto, invece, colpisce la zona anteriore o posteriore del torace, il cuoio capelluto e il viso. Si presenta con chiazze eritematose ricoperte di squame giallastre e grasse. Sul cuoio capelluto si manifesta sotto forma di desquamazione (forfora) e colpisce gli adulti sotto stress.

Un’altra forma conosciuta è l’eczema disidrosico (disidrosi). È una forma di dermatite acuta che si presenta con vescicole con contenuto sieroso che si concentrano ai lati delle dita delle mani e dei piedi, sulla pianta del piede o sul palmo della mano. Le vescicole possono provocare prurito o essere del tutto asintomatiche. In presenza di prurito il grattamento provoca la rottura delle vescicole e la perdita del liquido interno genera delle croste. Quando queste si staccano, lasciano allo scoperto la cute sottostante che impiega molto tempo per guarire. Il processo infiammatorio peggiora con il sudore e l’umidità. La disidrosi deriva da molteplici cause: intolleranze alimentari, contatto con il cloro, infezioni intestinali ecc. ma spesso l’insorgere del disturbo viene ricondotto a periodi di forte ansia e stress. La patologia ha recidive stagionali in primavera e in estate.

La pelle è l’organo dove si riflettono maggiormente le manifestazioni psicosomatiche e i sintomi che l’affliggono si prestano a diverse letture. La cute rappresenta simbolicamente un confine tra l'uomo e l’ambiente esterno ma anche un luogo di scambio. Con le dermatiti la pelle esprime un conflitto, una battaglia. Nel soggetto che soffre di eczema le emozioni profonde che tentano di emergere vengono bloccate da ansie, sensi di colpa, nevrosi, fobie, timidezza.
L’eczema affida alla pelle due contenuti simbolici importanti: quello di limite (o confine) e quello del potere comunicativo. Il limite rappresenta la divisione, il confine tra la parte interna e il mondo esterno, una barriera che fa percepire l’individuo come distinto e delimitato rispetto allo spazio. La pelle è utilizzata come uno specchio che riflette i turbamenti del mondo interiore. Inoltre è un mezzo di comunicazione interpersonale. L’eczema dunque non ha solo la funzione di sfogare all’esterno la quota energetica ma mostra e comunica all’esterno, attraverso la visibilità della lesione, il conflitto vissuto a livello psichico dal soggetto.
I due sintomi chiave del disturbo, l’eritema e il prurito, esprimono il fuoco interno e la volontà di aprirsi ad un cambiamento interiore. Sulla pelle resta dunque una “mappa” del conflitto in atto. Il prurito, il sintomo-chiave degli eczemi, rappresenta la volontà di liberarsi da una struttura chiusa per far uscire l’emotività, processo simboleggiato dalla rottura delle vescicole e dalla fuoriuscita del liquido. Il fuoco interno si proietta all’esterno.
Anche la localizzazione è simbolica; spesso l’eczema si concentra sulle mani, organi che esprimono attività e potenza ma soprattutto il contatto con gli altri.

Le terapie cutanee risultano spesso resistenti alle cure allopatiche. I rimedi omeopatici utilizzano un diverso percorso terapeutico: non agiscono sulla singola lesione pur analizzando attentamente i sintomi della malattia, in particolare il prurito.
Il quadro sintomatologico viene interpretato come uno squilibrio totale dell’organismo dal punto di vista psico-fisico e viene effettuata anche una ricerca accurata sul vissuto familiare del paziente e sulle malattie degli ascendenti (anamnesi familiare).  Inoltre vengono analizzate le modalità delle manifestazioni cutanee e la presenza di altri sintomi concomitanti (astenia, febbricola ecc.).
L’eczema può avere andamento cronico (con episodi recidivanti) o manifestarsi in forma acuta. Nella pratica omeopatica per la cura degli eczemi vengono utilizzati rimedi di lesione (acuti) per la forma acuta e rimedi di fondo (o del terreno) per le forme croniche e recidivanti. La terapia acuta può essere associata a quella di fondo e agire in sinergia.
Il medico curante prescriverà le potenze (basse, medio-alte o alte) in base alla natura della lesione. L’individuazione degli elementi utili ad instaurare una corretta terapia del terreno rappresentano la strategia risolutiva che porta alla completa guarigione della patologia.

RIMEDI OMEOPATICI DI FONDO (O DEL TERRENO)


Arsenicum album si utilizza per l’eczema secco che si presenta con placche di lesioni con squame forforacee molto fini. Le lesioni cutanee sono brucianti e pruriginose; migliorano con il caldo e peggiorano la notte. Il soggetto è astenico e molto freddoloso. Presenta irrequietezza motoria e psichica con ansia persistente. Il disturbo cutaneo si alterna a patologie respiratorie come rinite e asma.

Calcarea carbonica è uno dei rimedi più importanti usati per la dermatite atopica del bambino. Le lesioni normalmente sono secche ma possono anche essere umide ed evolvere in fenomeni infettivi. I soggetti sono di corporatura robusta, spesso obesi. È il rimedio d’elezione per la crosta lattea utilizzato nei bambini freddolosi che sudano molto sul capo. Il soggetto è timido, pauroso.

Sepia cura un particolare tipo di eczema che si localizza alla nuca, nella sede retroauricolare e peribuccale e viene prescritto sia per l’eczema atopico che per quello da contatto. Il rimedio è tra quelli utilizzati per la cura della depressione. Il soggetto è triste, astenico, non sopporta di stare in piedi troppo a lungo.

Sulfur è il rimedio d’elezione per le dermatiti eczematose (atopiche o da contatto) con esordio rapido ed evoluzione violenta. Il prurito è molto intenso e aumenta grattandosi; peggiora di notte e a contatto con qualsiasi forma di calore. Una caratteristica tipica del soggetto è la variabilità del suo stato d’animo in base alle fasi di benessere e di malattia; è ottimista e vitale quando sta meglio mentre diventa pigro, irritabile e depresso quando sta male.

Lycopodium è utilizzato principalmente nell’eczema disidrosico (disidrosi) localizzato nel palmo delle mani. Il prurito è intenso e migliora con le applicazioni fredde. Il rimedio presenta un tipico eczema che sanguina al minimo contatto. Il soggetto è timido, insicuro, ha un’emotività accentuata con un forte bisogno d’affetto e ansie profonde. Questi tratti sono in contrasto con un atteggiamento orgoglioso, autoritario, irritabile. Lycopodium non sopporta di essere contraddetto.

RIMEDI OMEOPATICI SINTOMATICI

Apis cura l’eczema con lesioni improvvise e dolorose con ipersensibilità al tocco; la cute ha un aspetto rugoso, a buccia d’arancia. Tipiche di questo rimedio sono delle borse edematose e penzolanti sotto le palpebre inferiori con cute rosa e calda. Il soggetto ha frequenti allergie e sente poco lo stimolo della sete. Il carattere è vitale e attivo. Lesioni e prurito peggiorano con il calore e migliorano con il freddo.

Mezereum viene prescritto per la fase acuta della disidrosi; il soggetto presenta un eczema umido e affezioni del cuoio capelluto. Le eruzioni sono crostose e trasudano una secrezione purulenta giallastra. La lesione è bruciante e pruriginosa, si manifesta sul viso e sul dorso delle mani. I sintomi peggiorano con il calore, con il caldo del letto e con i lavaggi.

Pubblicità
Oleander si usa per gli eczemi del cuoio capelluto con forfora a scaglie grosse. Le eruzioni sono pruriginose e sanguinolente. Il prurito inizialmente migliora grattandosi e successivamente provoca indolenzimento. Le lesioni si estendono alla fronte e dietro le orecchie. Il paziente ha una forte sensibilità cutanea con fastidio allo sfregamento degli abiti sulla pelle; risente molto dei cambiamenti climatici.

Petroleum cura un eczema che esordisce d’inverno; è vescicoloso e crostoso con lesioni fissurate e dolorose localizzate sulle dita delle mani, sulle palpebre e sulle narici. È utilizzato nella cura delle dermatosi da detersivi (eczema della casalinga). Una caratteristica del rimedio è la difficoltà a sopportare il movimento passivo come quello dei mezzi di trasporto (nave, treno, automobile).

Graphites è utile in caso di eczema umido con secrezione simile a miele che poi si secca e provoca la comparsa di crosticine brune. Le vescicole compaiono in tutte le pieghe del corpo. Il paziente è robusto, ha cute spessa e screpolata con callosità diffuse alle mani, ai gomiti e alle ginocchia.

Rhus toxicodendron è il rimedio che cura un tipico eczema con vescicole piccole e cute arrossata. Le eruzioni bruciano e prudono; migliorano con il calore e immergendo in acqua calda la parte colpita. L’eczema è spesso accompagnato da episodi di asma, anche dopo la soppressione del sintomo. Il soggetto è irrequieto, apprensivo, distratto. Soffre particolarmente il freddo.

Staphisagria agisce in presenza di manifestazioni psichiche e psicosomatiche a livello cutaneo che derivano da collera trattenuta, umiliazioni, vessazioni, dispiaceri nascosti, indignazione. Caratteristica del rimedio è un violento prurito di origine psichica che accompagna la dermatosi e “migra” in continuazione cambiando localizzazione.

Bibliografia
- Demarque D., Jouanny J., Poitevin B., Saint- Jean V., Farmacologia e materia medica omeopatica, Tecniche Nuove, Milano, 1999
- Mandice A., Pronto soccorso omeopatico, Urra - Apogeo, Milano, 2009
- Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, Dizionario pratico di omeopatia per la famiglia Vol.1: Le patologie, Edizioni Riza, Milano, 2007
- AA.VV., Dizionario di psicosomatica, Edizioni Riza, Milano, 2007.
- Edizione speciale per il Corriere della Sera, Salute, dizionario medico, Rcs Quotidiani, Milano, 2003
- AA.VV., Omeopatia: il medico risponde, Tecniche Nuove, Milano, 2006
- AA.VV., Dizionario dei sintomi, Boroli Editore, Novara, 2002

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Curarsi con le erbe: prevenire i malanni d’autunno nei bambini

Echinacea, rosa canina, ribes nigrum, althea, eucalipto, sambuco, piantaggine: sono tutte piante dalle spiccate proprietà antinfiammatorie, fluidificanti e soprattutto in grado di aumentare le difese immunitarie. Con la nostra esperta erborista Borjana Qualliaj vediamo alcune ricette per...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Alla ricerca dell'allegria perduta

Scritto il 17 October 2017 da Alberto&Alberto

Da Proust a Mr. Magoo in una sola mossa. Perché ciascuno ha la sua "madeleine" che ci può riportare all'epoca della spensieratezza.

Pillole di benessere

Malattie sessualmente trasmissibili, casi in aumento

Scritto il 20 October 2017 da Welly

I casi di sifilide sono aumentati del 400% dal 2000 ad oggi, quelli di gonorrea raddoppiati in pochi anni, l’HIV è sempre presente. Al 56° Congresso dell’Associazione Dermatologici Ospedalieri si ricorda come sulle malattie sessualmente trasmissibili persistano mancanza di consapevolezza e sottostima dei rischi.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.