Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Omeopatia / Omeopatia herpes

LA TERAPIA OMEOPATICA PER L’HERPES (1/2)
Gli herpes

A cura di Marta Chiappetta

L’Herpes simplex tipo 1 e 2 e l’herpes zoster sono due degli otto virus che fanno parte del gruppo degli Herpes virus umani. La loro caratteristica è quella di provocare un’infezione che si annida nell’organismo che li ospita restando latente per poi riattivarsi in forma evidente anche dopo molti anni, approfittando dei momenti di stress e debilitazione dell’ospite.
L’herpes simplex colpisce la cute e le mucose e ha due principali localizzazioni, le labbra e i genitali, a seconda del tipo di virus dal quale è sostenuto.

L’herpes simplex tipo 1 (HSV-1) causa una malattia infettiva molto comune denominata herpes labiale. L’infezione viene contratta nell’infanzia per contatto interumano attraverso i baci, il sangue o la saliva.
Circa il 90% della popolazione adulta è entrata in contatto con il virus. Dopo il contagio, che può avvenire in modo asintomatico, l’infezione raggiunge i gangli nervosi (addensamenti di cellule nervose disposte lungo i nervi del sistema nervoso centrale o periferico) che innervano l’area infetta. Nella fase della riattivazione il virus cresce nuovamente e attraverso i gangli raggiunge la cute o la mucosa nello stesso punto della precedente manifestazione infettiva.
Le recidive del virus si manifestano in presenza di condizioni che riducono la risposta immunitaria del corpo come stress fisico e psichico, mestruazioni, gravidanza o sbalzi ormonali, disturbi gastrointestinali, influenza e raffreddamento. Un’altra causa nota è l’esposizione ai raggi solari o al freddo.
L’herpes labiale si manifesta con la comparsa di piccole vescicole dolorose raggruppate in grappoli (comunemente definite “febbri”) localizzate sul margine della mucosa delle labbra. L’eruzione è preceduta da bruciore, prurito e fastidio. Spesso compaiono anche febbricola e tumefazione dei linfonodi cervicali. Le vescicole hanno un contenuto inizialmente sieroso che diventa purulento in seguito; nella fase finale si rompono ed evolvono in croste bruno-giallastre che non lasciano cicatrici. La guarigione completa avviene in circa dieci giorni.

Pubblicità
L’herpes genitale è un’infezione causata dall’herpes simplex tipo 2 (HSV-2) che si trasmette prevalentemente per contatto venereo e si presenta più frequentemente nel sesso femminile. La maggior parte degli individui non sa di aver contratto il virus poiché non manifesta nessun sintomo al momento della prima infezione e non ha quindi modo di evitare di contagiare una persona con la quale entra in un intimo contatto. I sintomi dell’infezione primaria sono più acuti e gravi rispetto alle recidive. Il virus si manifesta con la comparsa di vescicole raggruppate e vicine tra loro che si aprono formando delle ulcere dolorose. La sede dell’infezione sono i genitali, il retto, le cosce e le natiche.
L’eruzione è accompagnata da febbre alta, malessere, prurito, bruciore, disturbi urinari, tumefazione dei linfonodi inguinali, leucorrea, spossatezza, difficoltà nella defecazione. I sintomi possono durare fino a venti giorni e nella fase finale le lesioni evolvono in croste senza alcun esito cicatriziale.
Come per la forma labiale, anche nella forma genitale il virus resta latente nell’organismo. La riattivazione produce sintomi più lievi e brevi rispetto alla fase primaria e si presenta con prurito nella zona genitale, bruciori al glande e al prepuzio (nell’uomo) e alle piccole e grandi labbra (nella donna) mentre le vescicole dolorose compariranno nelle zone colpite dall’infezione precedente.
Sia nell’uomo che nella donna è presente dolore durante il coito.
Molte persone sono soggette a recidive frequenti dovute a fattori scatenanti specifici quali forti stress fisici ed emotivi, fase mestruale, brusco calo delle difese immunitarie.

L’herpes zoster, meglio conosciuto come “fuoco di Sant’Antonio” è una dermatosi di origine virale causata dallo stesso virus della varicella zoster (VZV) che fa parte della famiglia degli Herpes virus.
La varicella rappresenta l’infezione primaria che, una volta comparsa, produce un’immunità permanente e quindi non può essere nuovamente contratta. A seguito della varicella il virus rimane latente nell’organismo e si annida nelle cellule nervose. In particolari condizioni il virus si riattiva raggiungendo la sede cutanea innervata dal ganglio nervoso dove si era nascosto.
Il contagio del virus avviene per via aerea o per contatto diretto con le vescicole ma può scatenare esclusivamente la varicella nei soggetti che non l’hanno avuta in precedenza. L’infezione si manifesta con chiazze edematose su cui compaiono vescicole che si dispongono a grappoli formando una “cinta di fuoco”: da questa caratteristica deriva il termine zoster che significa, appunto, cintura.
Le comparsa delle vescicole è accompagnata da intenso prurito e dolore vivo e urente dovuto all’infiammazione del nervo coinvolto nella lesione. L’eruzione dura dalle due alle quattro settimane ed è preceduta da malessere generale, febbre, disturbi gastrointestinali e dolori nevralgici. Il liquido contenuto nelle vescicole è prima limpido e poi purulento, a volte anche emorragico. In seguito compaiono le croste che nella fase finale cadono lasciando delle piccole chiazze cutanee.
Le lesioni compaiono sempre in un solo lato del corpo e nelle zone corrispondenti alle radici nervose maggiormente colpite dal virus ovvero i nervi intercostali (zoster toracico) e il nervo trigemino (zoster oftalmico). Possono interessare anche il viso, il bacino, la nuca e le braccia.
La malattia colpisce in particolare le persone adulte e si riattiva in seguito ad intossicazioni, infezioni, malattie del sistema nervoso centrale e in tutte quelle condizioni di grave debilitazione organica legata a forti stress psicofisici. I soggetti molto indeboliti possono manifestare una grave e dolorosa nevralgia post –erpetica, soprattutto in età avanzata.

Tutte le manifestazioni descritte per le tre differenti forme di herpes hanno una chiave comune, la riattivazione del virus legata a forti stress emotivi.
Il fenomeno non deriva esclusivamente dal brusco calo di difese conseguente al periodo stressante ma anche dal significato simbolico racchiuso in quell’evento emotivo specifico. L’Herpes simplex, ad esempio, rappresenta il bisogno di una pausa dopo un forte coinvolgimento, sia nell’ambito affettivo che in quello lavorativo.
La forma labiale si presenta in tutte quelle situazioni nelle quali il soggetto si è completamente immerso con amore, energia e passione ma dove non c’è stato spazio per una pausa fondamentale per il recupero delle energie. Il virus può riattivarsi, ad esempio, all’inizio di una storia d’amore o mentre si è in una fase di cambiamento che sottopone la persona ad un “surmenage energetico”.
La valenza simbolica dell’herpes è dimostrata anche dalle zone del corpo che il virus “sceglie” per manifestarsi: le labbra e i genitali sono sede di scambi stretti e intensi. Nel momento in cui il coinvolgimento emotivo è molto forte il virus avverte il soggetto rendendo manifesto il problema e utilizzando il dolore come un segnale per rallentare. Il bruciore e il prurito rappresentano, invece, l’eccesso di energia impiegata.
La forma labiale può simboleggiare differenti situazioni emotive importanti tra le quali il lutto; chi ha subito una grave perdita manifesta con l’infezione la rabbia e il dolore profondo che non sono stati esternati con il pianto e le parole.
L’herpes genitale, per la sua localizzazione specifica, ha una chiara origine emotiva legata alla sessualità e alla coppia. L’infezione può anche rappresentare una carica erotica inespressa ma più spesso è legata ad un conflitto presente nella relazione di coppia, ad un disagio non accolto e sciolto che viene “covato” dentro generando dolore, tristezza e turbamento.
L’iter sintomatologico dell’herpes zoster svela la sua valenza simbolica. L’infezione latente corrisponde ad un conflitto profondo rimosso dalla coscienza che riemerge, improvvisamente e in maniera violenta, quando nella vita di quella persona accade qualcosa legata a quel vecchio conflitto: una passione non corrisposta, una separazione non elaborata, una contrarietà inespressa, una routine matrimoniale insostenibile, un prolungato abuso di pazienza e tolleranza. Lo zoster, approfittando di un momento in cui le difese abbandonano il controllo, trova il modo di far emergere quel conflitto attraverso un “urlo di fuoco” che viene dal profondo.
Anche la sede del corpo colpita dal virus ha un preciso significato: se l’eruzione appare sul volto il conflitto è legato all’ambito creativo e professionale, se esso rappresenta la sfera nella quale il soggetto si identifica di più. Se viene colpita la zona toracica il vissuto traumatico si riferisce all’ambito affettivo e sentimentale mentre la zona addominale è legata al mondo degli istinti, della sessualità e dell’aggressività.
Il soggetto tipico che si ammala di herpes zoster è colui che non ha elaborato vissuti ed eventi negativi. In genere sono persone che hanno una grande difficoltà ad esprimere il dolore, le mancanze, il disagio e le emozioni profonde.
Nella recidiva il virus riattiva uno schema inconscio latente e cristallizzato da molto tempo, ecco perché l’infezione compare spesso nella seconda metà della vita di una persona. 

I fenomeni erpetici possono manifestarsi in maniera sporadica o essere ricorrenti affliggendo il paziente con continue recidive come spesso accade, ad esempio, nell’herpes genitale.

Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
La terapia omeopatica per l'herpes 1/2 La terapia omeopatica per l'herpes 2/2

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Curarsi con le erbe: prevenire i malanni d’autunno nei bambini

Echinacea, rosa canina, ribes nigrum, althea, eucalipto, sambuco, piantaggine: sono tutte piante dalle spiccate proprietà antinfiammatorie, fluidificanti e soprattutto in grado di aumentare le difese immunitarie. Con la nostra esperta erborista Borjana Qualliaj vediamo alcune ricette per...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Alla ricerca dell'allegria perduta

Scritto il 17 October 2017 da Alberto&Alberto

Da Proust a Mr. Magoo in una sola mossa. Perché ciascuno ha la sua "madeleine" che ci può riportare all'epoca della spensieratezza.

Pillole di benessere

Malattie sessualmente trasmissibili, casi in aumento

Scritto il 20 October 2017 da Welly

I casi di sifilide sono aumentati del 400% dal 2000 ad oggi, quelli di gonorrea raddoppiati in pochi anni, l’HIV è sempre presente. Al 56° Congresso dell’Associazione Dermatologici Ospedalieri si ricorda come sulle malattie sessualmente trasmissibili persistano mancanza di consapevolezza e sottostima dei rischi.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.