Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Omeopatia / Omeopatia studio

LA TERAPIA OMEOPATICA PER CHI STUDIA

A cura di Marta Chiappetta

Studiare e quindi, in senso più generale, applicarsi sul piano intellettuale richiede uno sforzo e un notevole impegno psico-fisico. A prescindere dal tipo di studi e dalle modalità individuali, vi è un periodo in cui l’impegno diventa più intenso e approfondito: quello delle prove e degli esami. Durante queste fasi, anche chi non vi è predisposto, va incontro ad affaticamento e ad un calo della concentrazione legato allo stress, fenomeno che rappresenta una serie di eventi psicologici e fisici che causano nell’organismo una reazione di adattamento che serve a preservare il proprio equilibrio interno. 
 
I sintomi da sovraccarico da stress (in questo caso dello studente) si manifestano a diversi livelli: neurologico con ansia, agitazione, attacchi di panico; a livello polmonare con asma e iperventilazione; a livello cardiaco con tachicardia, irregolarità del battito, ipertensione; a livello gastrointestinale con nausee, digestione lenta e difficile, crampi, bruciori di stomaco.
L’applicazione mentale nei periodi di studio intenso determina un elevato consumo di energie legato, per lo più, al continuo stato di allerta per la prova da affrontare. Se questa può essere considerata una prestazione, il sentimento di apprensione che ne deriva è lo stesso che viene vissuto in tutte le situazioni in cui si è esposti al giudizio altrui. La tensione irrazionale deriva proprio da qui: lo studente ansioso attribuisce all’esame un’eccessiva importanza; il voto rappresenta una conferma delle capacità e delle risorse personali e il canale attraverso il quale passa l’approvazione degli altri. Il soggetto non riesce a pensare che all’esame è associata la sola valutazione scolastica e vive male un possibile esito negativo confondendolo con una valutazione sul proprio grado d’intelligenza e delle proprie capacità individuali. Da qui un’ossessione sul risultato che genera un carico difficile da gestire; tutte le energie destinate alla preparazione, alla concentrazione e alla memorizzazione vengono sottratte dallo stato ansioso. 
 
Pubblicità
Alcune persone manifestano, prima di un esame o una prova, una paura “bloccante”. La manifesta, ad esempio, lo studente timido, insicuro, stanco, angosciato fino alla paralisi che si chiude nel silenzio. Resta in un angolo in attesa della prova ed è infastidito dalle domande. Prima di un esame ha crisi di panico con diarrea emotiva. In omeopatia è il caso di Gelsemium sempervirens. Il rimedio agisce anche sui sintomi che accompagnano il panico quali tremori, palpitazioni, turbe della memoria, poliuria emotiva, insonnia nei giorni che precedono la prova. 
 
Argentum nitricum ha un’azione simile e si usa per l’ansia anticipatoria molto frequente tra gli studenti. È una persona ansiosa, emotiva e ipocondriaca e rispetto a Gelsemium (che è più inibito) il panico è meno acuto ma si esprime in un’agitazione febbrile. Argentum continua a ripassare prima della prova e teme talmente tanto il momento dell’esame che vorrebbe evitarlo. La fretta e l’ansia lo rendono inconcludente e la tensione emotiva si accompagna a diarrea, vertigini e gastrite nervosa con eruttazioni. 
 
Anche Aconitum napellus agisce sulle crisi di panico improvvise e acute con palpitazioni, tachicardia e affanno. Lo studente è fortemente ansioso e fobico. 
 
Se invece l’ansia deriva da una frustrazione e si esprime con uno stato d’animo più definito come irritabilità, angoscia e sensazione di nodo alla gola è utile Ignatia amara che ha un’azione sia antidepressiva che calmante. Lo studente si sente agitato, sospira, ha sbalzi d’umore e la notte non dorme per le palpitazioni. 
 
Alcuni studenti accusano una tipica ansia che si accentua nelle ore serali accompagnata da alternanza tra eccitazione intellettuale e depressione con angoscia. È il caso di Phosphorus. Egli è molto vulnerabile e quando si stanca mentalmente e fisicamente si scoraggia fino a perdere la concentrazione diventando incostante nello sforzo intellettuale.
Nei periodi di intenso studio il soggetto tende a caricare molto stress e ad affaticarsi facilmente. La conseguenza è una forte astenia, soprattutto a ridosso dell’esame. Il rimedio adatto in questi casi è Phosphoricum acidum. Lo studente è fortemente esaurito dall’eccessivo affaticamento intellettuale; è debole, indifferente, taciturno, ha un indebolimento della memoria. 
 
Una conseguenza dell’eccessivo sforzo mentale è una riduzione delle capacità di concentrazione e memorizzazione. Kalium phosphoricum viene prescritto per il forte affaticamento intellettuale accompagnato da cefalea e vertigini. È presente anche insonnia episodica con sonnolenza diurna. 
 
Un rimedio utilizzato frequentemente nella cura dell’astenia è China rubra. Viene prescritto nei periodi di intenso studio quando il soggetto è sovraeccitato a livello mentale, dorme poco la notte e lo sforzo aumenta nel periodo estivo. I sintomi di China hanno un andamento ciclico. 
 
L’insonnia è una causa importante dell’astenia degli studenti che tendono a passare notti in bianco o a sostenere frequenti veglie notturne. Il sintomo è aggravato dal consumo di sostanze eccitanti (tè e caffè) volte a combattere la stanchezza e ad aumentare la concentrazione. La scarsa qualità del sonno determina irritabilità, calo dell’attenzione, lentezza e difficoltà nell’apprendimento e nella memorizzazione. Spesso l’insonnia deriva dall’iperideazione ovvero l’incapacità di sgombrare la mente dai pensieri. Il rimedio va assunto poco prima di coricarsi e anche durante la notte se necessario. Gelsemium e Ignatia, rimedi già citati per l’ansia da esame, sono utili anche per combattere l’insonnia legata alla tensione della prova che impedisce il rilassamento. 
 
Tra gli studenti c’è un'alta frequenza di somatizzazioni a livello gastrointestinale. I sintomi tipici sono nausee, digestione difficile, bruciori gastrici, gastrite e colon irritabile, diarrea emotiva legata al panico e all’ansia anticipatori. Gelsemium e Argentum nitricum agiscono entrambi sulla diarrea da crisi d’ansia. 
 
Nux vomica è utile quando lo studente nei periodi di impegno intenso ha un’alimentazione sregolata; spesso mangia davanti al computer o sui libri e abusa di sostanze eccitanti e stimolanti per sostenere la fatica. Il rimedio agisce come un antistress e cura sintomi quali le nausee, la diarrea alternata a stipsi ostinata, sonnolenza dopo i pasti e malessere gastrico con sensazione di “pietra sullo stomaco”. 
 
Il bruciore gastrico si cura con Iris versicolor; il sintomo interessa tutto l’epigastrio e poi si estende all’addome e all’ano. Se viene assunto prima dei pasti aiuta nelle dispepsie acide con eruttazioni e nausea. 
 
Kalium bichromicum ha un’azione simile ad Iris: interviene sulle difficoltà digestive accompagnate da cefalee, sul bruciore gastrico che si irradia alla colonna vertebrale, sul dolore che si presenta subito dopo aver mangiato. 
 
In caso di crampi ad addome e stomaco sono due i rimedi d’elezione: Cuprum metallicum agisce sugli spasmi digestivi con diarrea e dolori addominali acuti simili a coltellate. Il paziente ha una sensazione fastidiosa di pressione tra l’epigastrio e la regione dorsale. 
 
Colocynthis lamenta dolori violenti, crampiformi o a fitte. Il sintomo interessa tutto l’apparato digerente e il soggetto è teso e irritabile durante la crisi. Il rimedio è indicato quando è presente una diarrea dolorosa che migliora piegandosi.
Nei periodi di studio intenso un altro sintomo molto frequente è la cefalea. Così come l’insonnia e la tensione ansiosa anche la cefalea compromette la concentrazione e la memorizzazione. La cefalea curata da Natrum muriatricum peggiora con il caldo e migliora con il riposo e le applicazioni fredde. È il rimedio adatto in caso di forte affaticamento fisico e mentale con disturbi della memoria, tendenza alla distrazione e sbalzi d’umore. 
 
Pubblicità
Alcuni studenti soffrono di una cefalea occipito-frontale accompagnata da una mancanza generalizzata di energia con turbe dell’attenzione, ansia e scoraggiamento. Il rimedio indicato è Silicea; la cefalea è descritta come una sensazione di “esplosione” del capo. Il dolore migliora con una benda stretta e con il calore. 
 
In presenza di una cefalea pulsante con fotofobia e aggravamento con il rumore il rimedio giusto è Belladonna. La sintomatologia migliora quando lo studente si riposa. 
 
Tutti i rimedi elencati vanno presi in maniera preventiva prima della prova per almeno due volte al giorno e il giorno stesso dell’esame al bisogno e con maggiore frequenza. Le potenze da utilizzare per tutti i rimedi variano da quelle più basse a quelle medio-alte (5-30 CH). L'omeopata prescriverà la potenza più adatta non solo in base al rimedio scelto per sintomi e costituzione del paziente ma anche in base all’azione del rimedio stesso: più immediata nelle fasi acute e più lenta e profonda nel disturbo cronico. È molto importante anche la gestione della posologia, sia nell’uso preventivo (ad esempio prima dell’esame) che nelle fasi acute. 
 
Bibliografia 
- Demarque D., Jouanny J., Poitevin B., Saint- Jean V., Farmacologia e materia medica omeopatica, Tecniche Nuove, Milano, 1999  
- Brigo, B., Stress e malattia; prevenzione e trattamento, Tecniche Nuove, Milano, 1995. 
- AA.VV., Dizionario di psicosomatica, Edizioni Riza, Milano, 2007   
- Ugolini P., Graziosi S., Terapia omeopatica degli stati acuti, Edi- Lombardo, Roma, 2007. 

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

La spondilite anchilosante: che cos’è, quali sono i sintomi, come si cura

La spondilite anchilosante (SA) è una malattia infiammatoria che colpisce il sistema muscoloscheletrico e che si manifesta con sintomi quali un perenne mal di schiena che si acutizza durante le ore notturne di riposo con conseguente rigidità mattutina. Essa colpisce maggiormente i...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Star bene giocando con le parole

Scritto il 20 giugno 2017 da Alberto&Alberto

"Storpiare", per gioco, frasi o nomi o titoli di libri o film, rappresenta per molti di noi una pratica naturale, talvolta addirittura irrinunciabile. Che non ha una vera spiegazione logica o scientifica. Ma cosa importa, quando ci diverte e ci fa stare bene?

Pillole di benessere

Bianco o integrale pari sono?

Scritto il 23 giugno 2017 da Welly

Una ricerca israeliana mette in dubbio la superiorità del pane integrale rispetto a quello bianco, in quanto a proprietà salutari. Tutta colpa del microbiota, ovvero della flora batterica intestinale.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.