Menu Salute

STAMPANTI, FOTOCOPIATRICI E SALUTE

A cura di Renzo Zonca

Le fotocopiatrici e le stampanti (in primo luogo quelle con tecnologia laser) sono tra le apparecchiature maggiormente utilizzate negli uffici; intorno al loro utilizzo sono sorti legittimi dubbi su possibili disturbi e danni alla salute, soprattutto in relazione all’emissione di polvere di toner.

Da una ricerca della SUVA, un’autorevole agenzia svizzera che opera nel settore della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro si apprende che “Le polveri di toner emesse dalle stampanti laser e dalle fotocopiatrici possono causare disturbi soprattutto nei soggetti con mucose ipersensibili nelle vie respiratorie superiori e inferiori. In genere, le reazioni di ipersensibilità non specifiche dovute agli effetti irritativi di queste emissioni possono essere evitate migliorando l'igiene del posto di lavoro. Soltanto in casi rari sono state documentate delle vere e proprie allergie al toner. Gli studi epidemiologici non hanno stabilito relazioni causali certe fra queste emissioni e le malattie croniche dell'apparato respiratorio o le malattie polmonari interstiziali”. Parimenti, non risulta dimostrato alcun effetto cancerogeno delle polveri di toner, pur non potendo essere escluso (come, peraltro, con quasi tutte le altre sostanze con cui l'uomo entra in contatto).

Pur di fronte a un quadro sicuramente positivo, in virtù del principio di massima cautela, viene comunque raccomandato di porre in atto opportune misure preventive di carattere igienico, a tutela dei lavoratori addetti a tali apparecchiature.

Le emissioni causate dalle stampanti laser e fotocopiatrici
Durante il funzionamento di stampanti al laser e fotocopiatrici, si verificano alcuni complessi processi fisici e chimici, durante i quali il toner, la carta e l’aria reagiscono tra loro, per effetto di temperature elevate e cariche elettriche. Questi processi possono liberare nell'aria composti organici volatili, particelle piccolissime di toner e di carta e anche gas, tra cui l’ozono. La qualità e la quantità delle sostanze emesse dipendono da molteplici fattori: tecnologia (più o meno moderna) della stampante e della fotocopiatrice, tipologia di toner e di carta, stato di manutenzione delle apparecchiature, condizioni ambientali e altro ancora.

Pubblicità
Premesso che, in linea generale, le emissioni sono minori nel caso di apparecchiature più moderne, e a fronte di una regolare manutenzione, nel dettaglio gli studi hanno evidenziato che:
• con le apparecchiature più moderne, l’emissione di ozono viene quasi azzerata;
• la maggior parte delle polveri prodotte è costituita da particelle di carta;
• possono essere emesse anche particelle organiche volatili cosiddette ultrafini, ma in quantità modesta, addirittura inferiore a quella presente nell’ambiente esterno;
• nei modelli più vecchi, è stata rilevata l’emissione di benzolo.

Le caratteristiche delle emissioni

Dal punto di vista della tossicità, le polveri dei toner sono classificate come “polveri granulari biopersistenti senza sostanziale tossicità specifica conosciuta” – in pratica polveri inerti - anche se studi su animali hanno evidenziato reazioni infiammatorie delle vie respiratorie e dei polmoni.

Anche dal punto di vista della cancerogenicità, le polveri di toner sono classificate, dalle principali istituzioni internazionali, come “sostanze non cancerogene”. Infatti, “non esistono studi epidemiologici che indichino una relazione tra l'esposizione a polveri di toner e un maggiore rischio di tumori maligni delle vie respiratorie”. Peraltro, come per quasi qualsiasi altra sostanza, un effetto cancerogeno non può essere escluso in modo assoluto, per cui conviene adottare, in ogni caso, un principio di cautela.

Parimenti, anche per ciò che riguarda i metalli pesanti e i componenti di solventi, recenti monitoraggi biologici non hanno rilevato nell’organismo di lavoratori addetti a queste apparecchiature, anche in modo intensivo, una significativa e maggiore concentrazione, rispetto alla popolazione generale.

Le conseguenze per la salute
La letteratura scientifica riporta solo casi particolari ed episodici relativi a disturbi specifici causati dall'esposizione alla polvere di toner, come ad esempio allergie a carico delle vie respiratorie superiori (rinite allergica) e delle vie respiratorie inferiori (asma bronchiale).

Occasionalmente, nei lavoratori addetti a queste apparecchiature, possono manifestarsi disturbi aspecifici, come prurito e irritazione cutanea, bruciore agli occhi, tosse, dispnea e mal di testa. Tali disturbi possono essere ricondotti, nella maggior parte dei casi, a cattive condizioni di lavoro, con una quota residua di ipersensibilità individuale delle mucose.

In sintesi, è ragionevole affermare il lavoro su queste apparecchiature, anche regolare e prolungato, non comporti significativi rischi per la salute. Tra i tanti studi effettuati sulla materia, si evidenziano a titolo esemplificativo i seguenti:
• uno studio caso-controllo eseguito a Taiwan su 74 lavoratori esposti e 69 lavoratori non esposti, non ha evidenziato una significativa associazione tra i disturbi acuti o cronici delle vie respiratorie e il lavoro con le fotocopiatrici;
• uno studio caso-controllo svolto in Giappone su 809 soggetti esposti professionalmente alle polveri di toner e 805 soggetti non esposti non ha evidenziato differenze significative tra soggetti esposti e non esposti, a livello di sintomatologia, test di funzionalità polmonare, analisi del sangue e parametri biochimici;
• uno studio internazionale che ha coinvolto 33mila addetti alla produzione di fotocopiatrici e al servizio clienti, non ha rilevato un maggiore rischio di mortalità per neoplasia maligna, tumore ai polmoni, malattie delle vie respiratorie e dell'apparato cardiocircolatorio.

Norme preventive e d’igiene
Salvo casi particolari legati a una ipersensibilità personale nei confronti della polvere dei toner, i disturbi alla salute legati al lavoro alle fotocopiatrici e alle stampanti laser sono correlati solo a un carente stato manutentivo delle apparecchiature e a locali di lavoro non idonei dal punto di vista igienico.

Su questa base, si possono quindi raccomandare delle misure pratiche di prevenzione:
• attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate nel manuale d'uso e manutenzione delle apparecchiature;
• collocare gli apparecchi in un locale ampio e ben ventilato;
• installare le apparecchiature di elevata potenza in un locale separato; in casi particolari, valutare l’installazione di un impianto di aspirazione specifico per il locale interessato;
• non direzionare le bocchette di scarico dell’aria delle apparecchiature verso le persone;
• eseguire regolarmente la manutenzione delle apparecchiature;
• optare per sistemi di toner chiusi;
• sostituire le cartucce del toner secondo le indicazioni del produttore;
• rimuovere con un panno umido le tracce di toner, senza soffiare;
• lavare con acqua e sapone le parti di pelle sporche di toner;
• in caso di contatto con gli occhi, lavare con acqua per 15 minuti;
• in caso di contatto con la bocca, sciacquare abbondantemente con acqua fredda; non utilizzare acqua calda o bollente, poiché il toner potrebbe diventare appiccicoso;
• eliminare con molta cautela i fogli inceppati per non sollevare polvere;
• utilizzare guanti monouso per ricaricare il toner liquido o in polvere.

Una cautela maggiore deve essere prevista nel caso di forti esposizioni alla polvere di toner, ad esempio nel caso di guasti, manutenzioni, riparazioni etc. Si tratta di cautele rivolte a coloro che, ad esempio, sono regolarmente addetti alla manutenzione di queste apparecchiature:
• pulire le apparecchiature con un aspiratore certificato, senza usare getti d'aria ed evitando di soffiare;
• qualora si tema una notevole emissione di polveri, garantire una buona ventilazione del locale e utilizzare un respiratore antipolvere con livello di protezione FFP3, cambiandolo frequentemente; indossare anche occhiali protettivi;
• una volta terminata la manutenzione, pulire con un panno umido la zona attorno all'apparecchio;
• indossare guanti di protezione adeguati, tenendo conto anche del tipo di detergente utilizzato.

Se nonostante l’adozione di questi provvedimenti, un lavoratore dovesse manifestare comunque disturbi alla salute, occorre coinvolgere il medico aziendale (Medico Competente), al fine di svolgere indagini e accertamenti approfonditi e specifici.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Le malattie oculari nell'anziano: riconoscere e curare glaucoma, retinopatia, degenerazione maculare

La cataratta è la malattia oculare più conosciuta nell'anziano, ma ci sono altre patologie che, se non riconosciute e curate in tempo, possono portare alla cecità. Glaucoma e retinopatia diabetica, per esempio, possono essere trattate a seguito di una tempestiva diagnosi fatta...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato