Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Dipendenze / L'alcol / Alcol e guida

ALCOL E GUIDA

In Italia l'alcol ha un incidenza media del 33% come causa di incidenti stradali. L'alcolemia elevata, superiore al limite legale di 80 mg di alcol in 100 ml di sangue, è la principale responsabile dei casi mortali negli incidenti stradali; si stimano infatti 3450 morti all'anno.
Un incidente non mortale su due è correlato all'uso di alcol. Gli incidenti spesso si verificano tra le 20 e le 24, solitamente nei week end, addirittura avvengono sovente nel raggio di pochi chilometri da casa. In genere i responsabili sono automobilisti che hanno bevuto troppo, ma spesso i colpevoli sono i pedoni ubriachi che rappresentano un pericolo non da poco.

La correlazione tra l'alcol e gli incidenti è significativa anche quando l'assunzione di alcol non è in una quantità così elevata da determinare modificazioni evidenti del comportamento, perché a dosi piccole di alcol il guidatore è comunque in grado di guidare bene, ma si riduce in lui la percezione di rischio, perché diminuisce la capacità di giudizio e di critica. La rapidità di riflessi è compromessa a causa dell'allungamento del tempo di reazione del 38% per i segnali sonori, del 30% per quelli luminosi e del 50% per la visione periferica. Spesso gli incidenti sono causati dall'associazione di alcol e farmaci, specialmente psicofarmaci, che sviluppa un potenziamento dell'effetto depressivo sul sistema nervoso centrale, anche in presenza di una alcolemia normale.

Pubblicità
Esistono leggi che affermano che la patente di guida non deve essere rilasciata o confermata ai candidati che sono dipendenti dall'alcol o da stupefacenti né a quelle persone che consumano abitualmente sostanze in grado di compromettere la loro capacità alla guida. Se questa dipendenza è finita e non è più attuale, una commissione medica valuta il candidato e sulla base di accertamenti clinici e di laboratorio può decidere di esprimere un parere favorevole al rilascio. La direttiva CEE a questo proposito è ancora più seria, infatti vieta il rilascio della patente ad alcolizzati cronici.
Esiste anche il problema dell'accertamento della guida in stato di ebbrezza, che non intende necessariamente la condizione di ubriachezza manifesta, ma anche la situazione di chi si trova comunque in una situazione di eccitazione e di non coordinazione motoria che rende la guida pericolosa. Fino a qualche anno fa l'unica prova in caso di controllo da parte degli agenti di polizia stradale era di far camminare il soggetto sulla linea di mezzeria per valutare la sua capacità di muoversi in modo lineare e coordinato. Oggi la nuova legge stabilisce che il guidatore può essere sottoposto a un accertamento alcolimetrico, senza bisogno del suo consenso ed è considerata ebbrezza un valore superiore al limite legale di 80 mg. per 100 ml di sangue.
Un altro problema è che bisognerebbe poter stabilire l'ebbrezza anche nelle altre persone coinvolte nell'incidente, per esempio quando il ciclista ubriaco ha causato un incidente senza rimanerne vittima, ma purtroppo non esistono norme che prescrivano ed autorizzino tale controllo.

Il limite che non deve essere superato, secondo il legislatore, è di 3 bicchieri. Questo ha scatenato molte contestazioni, soprattutto da parte dei difensori del vino, forse preoccupati per il calo delle vendite, ma gli esperti sostengono che se i 3 bicchieri sono bevuti a digiuno e d'un fiato portano sicuramente il tasso alcolico vicino al limite legale, mentre se centellinati durante un pasto, lasciano il livello della persona a valori più che accettabili. Bisogna dire che il discorso varia da persona a persona e dipende dal peso, dal sesso e dall'età. In caso di incidente o quando esiste il dubbio di guida in condizioni di alterazione psico-fisica a causa dell'alcol, la polizia stradale ha la facoltà di effettuare l'accertamento e se il risultato della prova corrisponde a un valore superiore a quello legale, l'interessato viene considerato in stato di ebbrezza ed è, quindi, possibile applicare le sanzioni previste.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Igiene orale: combattere l'alitosi

L'alitosi è un problema del cavo orale le cui cause molto spesso vengono sottovalutate, nel tentativo di mascherare il sintomo. Il motivo di questo cattivo odore possono essere sia fisiologici e pertanto transitori, come per esempio la secchezza delle mucose al risveglio mattutino, o...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Via ai picnic, con allegria e benessere

Scritto il 18 aprile 2017 da Alberto&Alberto

Sole pieno o no, la stagione del picnic si è aperta con la Pasquetta di ieri. Ricordandoci quanto sia sano e divertente trascorrere una giornata all'aria aperta…

Pillole di benessere

Se il telefonino ci fa ammalare

Scritto il 21 aprile 2017 da Welly

Ad un congresso di psichiatria a Firenze si sta discutendo in questi giorni del fenomeno crescente della nomofobia, il timore ossessivo di non essere raggiunti al telefono cellulare. Qualcosa di più di uno stato d’ansia, assimilabile invece alle dipendenze patologiche.

Offerta del mese
Bio-mex

FORMATO MAXI!!

850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Offerta del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici. Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica... Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!

Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Nera
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole Altezza:63 cm Larghezza:45 cm Profondità:50 cm.
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.