Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Dipendenze / Droghe

LA DROGA

Introduzione

Secondo la definizione del dizionario Zanichelli, oltre che “sostanza aromatica vegetale usata per condire le vivande” la droga è “una sostanza di origine vegetale, o sintetizzata chimicamente, capace di provocare modificazioni più o meno temporanee e dannose sull’equilibrio psico-fisico di chi le assume”. Ė, quest’ultima, sostanzialmente, anche la definizione che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha attribuito alle droghe nella metà degli anni ’60, proseguendo però ad ingenerare confusione rispetto a molti farmaci, ad alcune bevande alcoliche, al fumo e persino al the e al caffè. Ė quindi più corretto, parlare di sostanze, siano essere di origine vegetale o sintetizzate chimicamente per restare alla definizione del dizionario, “stupefacenti”, indicando con esse quelle sostanze, commerciate illegalmente, che alterano il comportamento dell’individuo e che provocano effetti assai gravi sull’attività cerebrale, fisica ed emotiva.

Se dunque, semanticamente, la “droga” viene fatta risalire all’olandese “droog” (secco) e quindi a quei vegetali per l’appunto secchi dai quali venivano estratti medicamenti e spezie, sul piano scientifico – ma anche su quello di accezione corrente – viene considerata droga quella sostanza che provoca una alterazione delle funzioni biologiche dell’organismo, modificando al contempo il comportamento di chi le assume, il loro umore e il modo di rapportarsi con gli altri.

Un doppio effetto, quindi, quello a livello biologico e quello psicologico, che poi coinvolge inevitabilmente anche il livello sociale. Dal punto di vista fisiologico, l’assunzione anche occasionale di una sostanza stupefacente provoca una interferenza con i processi biochimici che regolano l’organismo e che ne garantiscono la normalità. Agendo sui meccanismi cerebrali, tale interferenza compromette inevitabilmente l’equilibrio psicologico, portando l’individuo ad abbassare le sue capacità di far fronte a situazione di disagio ambientale o interpersonale.

Una delle caratteristiche delle droghe, o più propriamente delle sostanze stupefacenti, è quella di provocare nell’individuo che le assume una condizione di dipendenza che può essere anch’essa, a seconda della droga o dell’attitudine personale, una dipendenza fisica (“assuefazione”) o psichica. Nel primo caso, che si verifica anche per i fumatori o per chi assume regolarmente sonniferi e psicofarmaci, la sostanza avrà modificato il sistema di equilibrio del corpo umano richiedendo quantità sempre maggiori in base all’aumento della tolleranza e provocando, in caso di sospensione del consumo, dei sintomi di astinenza più o meno accentuati.

Pubblicità
Nel secondo caso, quello della dipendenza psichica, subentra solo un bisogno psicologico di assumere continuativamente una sostanza stupefacente. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la dipendenza psichica è "la tendenza a continuare ad assumere la droga per fluire di un senso di benessere e per evitare il disagio della sua assenza". Ciò non toglie, però, che a lungo andare anche l’uso di droghe che provocano dipendenza psichica possono avere conseguenze gravi sull’equilibrio fisico oltre che mentale dell’individuo.

Droghe leggere e droghe pesanti

La classificazione, di uso corrente, tra droghe “leggere” e droghe “pesanti” non si basa su fondamenti scientifici ma piuttosto sulla pericolosità in termini individuali e sociali. Una classificazione generale delle droghe universalmente riconosciuta non esiste, ma esse possono comunque essere raggruppate in base ai loro effetti farmacologici in tre categorie:

  • Droghe deprimenti che comprendono oltre agli oppiacei anche farmaci come i barbiturici e i tranquillanti
  • Droghe stimolanti che comprendono la cocaina l’anfetamina ma anche la caffeina e i farmaci antidepressivi
  • Droghe allucinogene tra i quali la canapa indiana e l’LSD.

Di seguito, vengono fornite le schede descrittive di alcune droghe tra le più conosciute:

Marijuana Si ricava dalle infiorescenze e dalle foglie della “cannabis”, o canapa indiana, una pianta originaria dell’oriente e presumibilmente una delle prime che sono state coltivate dall’uomo. La mistura ottenuta dal miscelamento delle infiorescenze e dalle foglie della “cannabis” appare simile al tabacco e come tale viene assunta, fumata miscelata al comune tabacco o in forma pura. Gli effetti più comuni, che possono cambiare da un assuntore all’altro, consistono in uno stato di euforia, in una sensazione di benessere ma anche di sonnolenza e da una espansione delle percezioni sensoriali e di un aumento dell’appetito. Usata anche a scopo terapeutico, non provoca effetti da astinenza, non dà dipendenza fisica ma può provocare dipendenza psicologica.

Hashish Come la marijuana, ha origine dalla cannabis, ma solo dalle secrezioni resinose delle sue infiorescenze, che vengono pressate fino ad assumere forma di blocchi. Anch’essa può essere fumata, perlopiù mischiata al comune tabacco, ma si può presentare anche sotto forma di “olio”, ottenuto distillando le foglie o la resina della "cannabis", con un effetto più intenso rispetto a quello dell’hashish comune. Gli effetti dell’hashish sono simili a quelli della marijuana, ma il suo uso massiccio e continuato può provocare intossicazione con manifestazioni di tachicardia ed allucinazioni. Come per la marijuana, la dipendenza fisica è minima mentre è più elevata quella psicologica.

Cocaina Benché le foglie della pianta da cui viene estratta (la “coca”) siano conosciute dagli indigeni dei paesi del centro e del sud America da millenni, masticata per alleviare gli effetti della fame e della fatica, la cocaina è stata scoperta solo nel 1860, ottenuta con la raffinazione delle foglie. Il suo aspetto è quello di un polvere bianca simile allo zucchero o al sale fine che viene inalata (o “sniffata”) ma anche fumata o iniettata, con un effetto più intenso, ma anche di più breve durata. Gli effetti vanno da quello euforizzante, con minore sensibilità al dolore e alla fatica, alla inappetenza. L’uso massiccio e prolungato provoca effetti di insonnia e di depressione anche se non sono mai stati riscontrati condizioni di dipendenza ed assuefazione che non siano psicologiche, peraltro piuttosto elevate.

Oppio Ottenuto dal "papaver sonniferum", la cui coltivazione ha origine nel bacino del Mediterraneo, si presenta in forma di polvere o in forma solida. Può essere assunto per via orale oppure fumato (più raramente per via rettale in forma di supposta) e la sua assunzione può provocare un eccitamento dei centri nervosi, con conseguente euforia, oppure uno stato di serenità e di rilassatezza. Dal punto di vista fisico, il suo uso prolungato (la dipendenza fisica è piuttosto elevata) può provocare disturbi all’apparato digerente e alla circolazione.

Morfina Principale derivato dell’oppio e quindi ottenuto anch’esso dal "papaver sonniferum" si ottiene trattando chimicamente l’oppio con soluzioni di acqua, calce ed ammoniaca, fino ad ottenere una polvere bianca o un liquido incolore. Nella sua forma chimica di cloridrato di morfina viene usata a scopo terapeutico mentre in una forma intermedia di trasformazione (che ulteriormente trattata con procedimenti chimici potrà diventare “eroina”) è un potente stupefacente che, assunto per via orale o più frequentemente iniettata per via muscolare o per via endovena, agisce sul sistema nervoso centrale, provocando euforia e annullamento della percezione del dolore. Provoca una forte dipendenza sia fisica che psichica.

Eroina Definita scientificamente come “Diacetilmorfina” (volgarmente chiamata eroina dal tedesco “heroish”, che richiama la sua caratteristica di sostanza potente e quindi “eroica”) viene ottenuta attraverso la trasformazione chimica della morfina, a sua volta derivata dal "papaver sonniferum", ed è molto più forte, nei suoi effetti, della sostanza dalla quale ha origine. Si presenta fisicamente come polvere granulare bianca o marrone, solubile in acqua e quindi iniettabile, anche se può essere fumata o inalata. Essa provoca effetti di euforia o di depressione, diminuendo o annullando gli stati di paura, di disagio o di dolore, e rallentando pulsazioni e respirazione. Provoca una forte dipendenza sia psichica che fisica.

Crack Ottenuto aggiungendo bicarbonato di sodio o ammonio al cloridrato di cocaina, trattati chimicamente fino ad assumere la forma di cristalli, viene fumato mescolato a tabacco o a marijuana e provoca effetti di euforia alternati a forme di depressione. Provoca dipendenza fisica e psichica.

LSD Detto anche “acido lisergico” è un prodotto di sintesi ottenuto estraendo la sostanza attiva, il dietilamide, da un fungo della segale e si presenta nella forma di una pillola o di un piccolo francobollo (è diffuso anche sciolto nelle zollette di zucchero). È l’allucinogeno per eccellenza, provocando delle forti alterazioni nella coscienza del tempo e dello spazio. Non è provata la dipendenza fisica mentre quella psichica è legata alla tolleranza (e alla frequenza di assunzione) individuale.

Ecstasy Scoperta agli inizi degli anni ’70 ma apparsa sul mercato nel 1985, è una delle droghe più recenti e più diffuse, specialmente tra i giovanissimi. Composto chimico derivato dall’amfetamina, presente in diverse varianti e quantità di dosaggio della sostanza attiva con effetti diversi sia psichici che fisici, si presenta sotto forma di piccole pastiglie di varie forme e colori. L’assunzione, per via orale, prova una esaltazione delle sensazioni fisiche, un forte stato di euforia, una tendenza alla socializzazione e uno scardinamento dei freni inibitori. Essa inoltre rimuove gli indicatori fisiologici del senso di stanchezza e di appetito (effetto della presenza di amfetamina). Non provoca assuefazione fisica ma può provocare effetti collaterali come nausea e vomito, oltre a collassi cardiocircolatori.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Tumori del cavo orale in aumento: attenzione a igiene dentale e prevenzione

La salute del cavo orale è sempre più al centro dell’attenzione per numerose patologie. I numeri relativi al cancro oro-faringeo sono in aumento: quasi 6000 casi all’anno in Italia. Esiste un rapporto effettivo tra le infezioni orali più frequenti, in particolare...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Al mercato, allegria e benessere

Scritto il 17 aprile 2018 da Alberto&Alberto

Una passeggiata in un qualsiasi mercato rionale è una sana iniezione di allegria. E ci racconta lo spirito di una città e di coloro che la abitano.

Pillole di benessere

Contro l’ictus, misuriamo la pressione

Scritto il 30 marzo 2018 da Welly

Aprile è il mese di prevenzione dall’ictus; un’occasione per ricordare come il controllo periodico della pressione sia fondamentale a causa del ruolo rappresentato dall’ipertensione come fattore di rischio. 

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato