Menu Salute

L'OTITE

A cura di Francesca Soccorsi

Con il termine otite si indica un’infiammazione o un’infezione dell’orecchio. Due le forme più comuni, distinte in base alla localizzazione, l’otite esterna, che interessa il condotto uditivo, e l’otite media, a carico dell’orecchio medio.

Otite esterna
Può essere provocata da eccessiva umidità o secchezza del canale auricolare o da manovre errate di rimozione del cerume: in queste situazioni la barriera che protegge la parte interna dell’orecchio si indebolisce, facilitando l’attacco di germi e virus. All’esame diretto l’otite esterna si riconosce per l’arrossamento e il gonfiore del canale uditivo. L’esame con l’otoscopio è essere utile a escludere la presenza di un foruncolo o un corpo estraneo nel canale. Piuttosto comune tra giovani e adolescenti, è molto frequente nei mesi estivi, a causa dei bagni di mare in acque non pulite, ma anche in inverno tra i frequentatori di piscine. Si presenta, tanto nella forma acuta quanto in quella cronica, con dolore, prurito, più raramente con secrezione e diminuzione della percezione uditiva. La febbre è un evento raro ma possibile. I linfonodi vicini all’orecchio possono essere gonfi e più sensibili del normale. L’approccio terapeutico cambia a seconda della gravità del processo infettivo e del dolore avvertito. Se l’infezione non è particolarmente severa sono sufficienti antibiotici in gocce ed, eventualmente, corticosteroidi per ridurre il gonfiore del condotto. Nei casi più importanti può essere necessaria la somministrazione di antibiotici orali associati a farmaci analgesici. La terapia deve comunque essere sempre stabilita dal medico. L’otite esterna non deve essere trascurata per evitare il rischio che l’infezione si estenda.

Pubblicità
Otite media
È un processo infiammatorio che colpisce l’orecchio medio, costituito da timpano, cassa timpanica e catena degli ossicini dell’udito (martello, incudine, staffa). Oltre che l’elevata incidenza, l’otite media acuta ha come caratteristica il fatto di recidivare spesso. Studi epidemiologici hanno dimostrato che entro i 3 anni oltre il 90% dei bambini ha avuto almeno un’otite media acuta e che più del 50% ne ha sofferto in almeno tre episodi. Dopo le infezioni delle alte vie respiratorie è la più frequente forma di malattia nei bambini: le tube d’Eustachio del loro orecchio, ovvero i canali di comunicazione tra faringe e orecchio medio, sono più brevi di quelle degli adulti e si trasformano in un ricettacolo per batteri e virus anche a causa della loro posizione che, nei primi anni di vita, è orizzontale. Spesso l’otite media consegue proprio a un’infezione batterica e virale delle alte vie respiratorie che determina edema e conseguente chiusura parziale o totale delle tube di Eustachio. Altre cause possono essere un ingrossamento delle adenoidi oppure fenomeni allergici. L’otite media acuta non è provocata dal freddo, dal vento, dalla piscina o dall’acqua che può entrare nell’orecchio esterno: precauzioni come cappellini, sciarpe, tappi non la prevengono. I germi solitamente coinvolti nella patologia sono lo Streptococco Pneumoniae, lo Streptococco beta-emolitico e l’Haemophilus Influenzae.
La diagnosi viene effettuata dal medico con l’ausilio dell’otoscopio, che consente di osservare la presenza di liquido dietro la membrana timpanica, in genere molto arrossata. Spesso lo specialista richiede altri esami, tra cui l’audiogramma, per valutare l’eventuale riduzione dell’udito, e il timpanogramma, grazie al quale, misurando la pressione dell’aria nell’orecchio medio, è possibile valutare se le tube di Eustachio funzionino in modo corretto.
Nella sua forma acuta si presenta con febbre, dolore e diminuzione della percezione uditiva. Alla chiusura delle tube di Eustachio conseguono stasi e successiva sovrainfezione delle secrezioni dell’orecchio medio. A fronte dell’infiammazione si assiste alla formazione di un secreto purulento, mentre la membrana timpanica si gonfia, determinando temporanea diminuzione dell’udito, dolore, irritabilità e difficoltà nel mangiare e nel dormire. Talvolta può accadere che, sotto la pressione delle secrezioni, si verifichi la rottura della membrana timpanica. Il fenomeno generalmente non lascia danni. Si cura somministrando antibiotici, ma anche analgesici e soluzioni fisiologiche per via nasale. Nei casi più complessi si può valutare il ricorso alla miringotomia e alla timpanostomia, tecniche chirurgiche che consentono di ridurre i versamenti e drenare il liquido prodotto con l’infezione senza danneggiare il timpano.
Pubblicità
Se non si interviene nel modo corretto, infatti, il pus e le secrezioni restano all’interno dell’orecchio e il quadro clinico peggiora dando origine a un’otite sierosa che tende a cronicizzarsi: le secrezioni che permangono a lungo favoriscono altri episodi di tipo acuto che alla lunga causano una riduzione temporanea o permanente della qualità uditiva con acufeni e frequenti otorree. Qualche volta lo specialista può prendere in considerazione l’adenoidectomia, ovvero la rimozione delle adenoidi affette da infezioni croniche che, secondo molti studi, rappresentano un focolaio di infezione per l’orecchio.

Complicanze
Le complicanze che si possono manifestare a seguito di un’otite non ben curata sono di due tipi: endotemporali ed endocraniche. Fra le prime rientrano le labirintiti, fra le seconde gli ascessi e le encefaliti. Nei bambini molto piccoli un’otite cronica può portare, per effetto della protratta riduzione dell’udito, a ritardi nell’acquisizione del linguaggio. Raramente l’otite media si complica con una mastoidite, grave infezione di un osso contiguo all’orecchio chiamato mastoide.

Bibliografia
- Ralli G., Quadri otoscopici dell’otite media, Minerva Medica
- AA.VV., Enciclopedia di Puericultura, Garzanti

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Intestino: un secondo cervello. Ecco come influisce anche sulla salute psichica

Fare una scelta di pancia. Un modo di dire che oggi ha anche un fondamento scientifico: negli ultimi anni, infatti, diversi studi si stanno concentrando sull’influenza che il sistema nervoso viscerale ha sul sistema nervoso centrale, il cervello e il midollo spinale. La scoperta che il...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Braccio di Ferro, il benessere negli spinaci

Scritto il 27 giugno 2017 da Alberto&Alberto

Negli ultimi anni i supereoi, da Superman all'Uomo Ragno, hanno preso il sopravvento nei gusti dei più piccoli, rimpiazzando grandi ed indimenticabili eroi dei fumetti. Che invece avrebbero molto da insegnare in fatto di benessere. Come Braccio di Ferro, ad esempio.

Pillole di benessere

Bianco o integrale pari sono?

Scritto il 23 giugno 2017 da Welly

Una ricerca israeliana mette in dubbio la superiorità del pane integrale rispetto a quello bianco, in quanto a proprietà salutari. Tutta colpa del microbiota, ovvero della flora batterica intestinale.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.