Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Disturbi / Disturbi endocrini / Ipertiroidismo

MALATTIE DELLA TIROIDE


Anatomia e funzionalità | Ipotiroidismo | Ipertiroidismo | Tiroiditi | Tiroidite di hashimoto

L'ipertiroidismo è causato da un'eccessiva quantità in circolo di ormoni tiroidei.

Cause

Nella maggior parte dei casi, se c'è un'elevata quantità di ormoni tiroidei in circolo, ciò è conseguente a una sovraproduzione della tiroide, che è quindi aumentata di dimensioni. Questo può essere dovuto a tre motivi:

Sono tre le principali cause:

Morbo di Basedow o di Graves

È la forma più frequente di ipertiroidismo e colpisce più donne che uomini; la fascia d'età in cui si manifesta prevalentemente è quella compresa fra i 20 e i 40 anni; è stata dimostrata la predisposizione genetica, ma la causa che scatena questa patologia non è ancora nota. L'ipotesi formulata è che in un soggetto geneticamente predisposto, in seguito a una stimolazione del sistema immunitario causata da un'infezione della ghiandola ad opera di virus o da altri agenti, si scatenino dei fattori autoimmunitari che portano la tiroide a produrre più ormoni. I fattori autoimmunitari, riscontrabili nel sangue, sono noti come Immunoglobuline stimolanti la tiroide (TSI) o anticorpi stimolanti la tiroide (Tsab).

I sintomi tipici di questo tipo di ipertiroidismo sono i seguenti:

  • Gozzo tossico diffuso: la ghiandola è ingrossata e l'aumento di volume si nota simmetricamente in entrambi i lobi;
  • Oftalmopatia infiltrativa: i linfociti, le cellule del sistema immunitario che reagiscono agli stati infiammatori, si infiltrano nei muscoli extraoculari, provocando esoftalmo, cioè edema periorbitale con protrusione dei bulbi oculari;
  • Dermopatia che in genere si manifesta sulle gambe.
Adenoma tossico di Plummer o morbo di Plummer

In questo caso il fattore scatenante è la presenza nella ghiandola di un tumore benigno, un adenoma appunto, che si comporta in modo autonomo: è iperfunzionante, mentre il resto della tiroide subisce il controllo di ipotalamo e ipofisi; per questo motivo a volte l'ipertiroidismo non si manifesta, quando invece ciò succede si parla di adenoma tossico. Quando il paziente è asintomatico la patologia viene diagnosticata spesso per caso, tramite un esame obiettivo al collo, dove si riscontra la presenza di un nodulo, in genere unico; la diagnosi viene confermata tramite scintigrafia.

Gozzo tossico multinodulare

Tramite ecografia si può evidenziare la presenza di più noduli all'interno della tiroide, che però continua a produrre ormoni in quantità normale. L'ipertiroidismo si può verificare dopo anni, in genere a causa di assunzione di sostanze iodate.
Sia l'adenoma tossico sia il gozzo multinodulare possono essere risolti chirurgicamente o tramite somministrazione di iodio radioattivo.
Si verifica ipertiroidismo anche in caso di eccessiva secrezione di TSH, ad esempio per un adenoma all'ipofisi; se si assumono ormoni tiroidei, per esempio per dimagrire, si può manifestare un ipertiroidismo fittizio, il cui segno tipico è l'assenza del gozzo.

Tiroiditi

Le tiroiditi hanno una fase ipertiroidea; l'argomento viene approfondito nella quarta parte.

Sintomi

Ci sono sintomi e segni comuni ad ogni forma di ipertiroidismo, dovuti all'aumento del metabolismo e all'iperattività del sistema nervoso. Il quadro clinico generale varia da persona a persona, ad esempio negli anziani si può arrivare alla totale asintomaticità. In genere il soggetto che si reca ad effettuare una visita di controllo, lo fa a causa dell'irritabilità e della perdita di peso.

I segni più comuni sono:

  • Gozzo;
  • Tachicardia cioè aumento della frequenza cardiaca, che può diventare pericolosa e richiedere un tempestivo intervento se si trasforma in fibrillazione, cioè perdita di ritmo da parte del cuore che pompa sangue in modo caotico;
  • Tremori, è tipico che siano limitati alle mani;
  • Cute calda;
  • Sintomi a carico degli occhi, dall'oftalmopatia infiltrativa tipica del morbo di Basedow, alla retrazione delle palpebre con il tipico effetto di sguardo sbarrato che contraddistingue il soggetto affetto da ipertiroidismo.

I sintomi più frequenti:

  • Nervosismo ed iperattivita;
  • Palpitazione;
  • Tachicardia;
  • Insonnia;
  • Aumento della sudorazione;
  • Ipersensibilità al caldo;
  • Astenia;
  • Aumento dell’appetito;
  • Perdita di peso;
  • Diarrea;
  • Alterazione del ciclo mestruale.

Pubblicità
La crisi tireotossica è una delle complicanze più gravi, consiste nell'improvviso aggravamento dei sintomi ed è causata dalla aumentata risposta dei tessuti periferici alle catecolamine. I sintomi sono ipertermia, con la temperatura corporea che può superare i 40 gradi, fibrillazione atriale, disturbi gastroenterici. Se non viene trattata immediatamente può portare alla morte per insufficienza cardiaca. In genere si manifesta in seguito a traumi, interventi chirurgici o per patologie intercorrenti concomitanti.

Diagnosi

Per diagnosticare un ipertiroidismo sono sufficienti anamnesi ed esame obbiettivo, a cui seguono gli esami ematochimici, che evidenziano un aumento degli ormoni tiroidei con TSH soppresso. Se si tratta di ipertiroidismo secondario, dovuto ad adenoma ipofisario con ipersecrezione di TSH, i valori di TSH risulteranno invece aumentati.
Se la diagnosi è dubbia è opportuno un test al TRH, che somministrato in un soggetto non affetto da patologie tiroidee provoca un aumento di TSH, mentre il TSH non aumenta nell'ipertiroideo. Anche nei soggetti affetti da adenoma o gozzo multinodulare in cui non ci sia alterazione degli ormoni tiroidei si riscontrerà una risposta ridotta o assente al test al TRH.
Altri valori che possono risultare alterati sono quelli relativi all'aumento dei globuli rossi, alla riduzione del colesterolo totale, alla moderata alterazione degli esami di funzionalità epatica, ossia fosfatasi alcalina, transaminasi, bilirubina.
La scintigrafia è un esame di utilità relativa in caso di ipertiroidismo poiché l'aumento della produzione di ormoni da parte della ghiandola è dimostrabile dal dosaggio ormonale. La scintigrafia è invece indispensabile in presenza di un adenoma tossico.

Terapia

  • Medica
    La terapia medica per l'ipertiroidismo prevede la somministrazione di farmaci tireostatici (metimazolo, in commercio come Tapazole), che bloccano la sintesi degli ormoni, e di betabloccanti, ovvero farmaci antagonisti del sistema nervoso simpatico, in quanto sintomatici, per diminuire la risposta al sistema colinergico e ridurre quindi la tachicardia e i tremori.
  • Chirurgica
    Si adotta in caso di Adenoma tossico di Plummer: il nodulo viene asportato con conseguente guarigione permanente. In caso di gozzo tossico multinodulare, si interviene se il gozzo è voluminoso, con estensione retrosternale, e con conseguenze sulla capacità di deglutire e ingerire cibi.
  • Terapia radiante
    Si somministra radioiodio ai pazienti che non rispondono alla terapia medica o che sono affetti da adenoma tossico ma non sono operabili. Si fa un uso limitato della terapia radiante poiché può causare un ipotiroidismo tardivo.

Altre malattie

Ci sono casi in cui, pur in presenza di malattie della tiroide, non si verifica variazione degli ormoni tiroidei, come accennato nel caso dell'adenoma di Plummer; in questo caso si parla di eutiroidismo, come vedremo nella prossima parte.

IV° Parte - Tiroiditi

Pagina precedente Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 3/3 Pagina 4/3
Tiroide - anatomia e funzionalità Ipertiroidismo Tiroidite

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Rianimazione cardiopolmonare: tutti possono imparare a intervenire e salvare una vita

Nell’ambito della settimana di sensibilizzazione sul tema della rianimazione cardiopolmonare “Viva! La vita nelle tue mani”, promossa da Italian Resuscitation Council (IRC), vi proponiamo un approfondimento sul tema dell’arresto cardiaco, che colpisce in Europa oltre 400.000...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Cinque, divertentissimi, matti…

Scritto il 28 ottobre 2014 da Alberto&Alberto

Nessuno li ricorda più, eppure hanno rallegrato una generazione: "Les Charlots" (meglio conosciuti in Italia come i "Cinque Matti"), sono scomparsi insieme ai cinema parrocchiali.

Pillole di benessere

Emorroidi, sfatiamo il tabù

Scritto il 24 ottobre 2014 da Welly

È una delle malattie più diffuse del mondo occidentale eppure della patologia emorroidiaria (volgarmente detta "emorroidi") se ne sa poco, perché ammantata di un'aura di vergogna. E invece bisogna parlarne e conoscerla. Oppure spiegarla, come facciamo qui.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Estrattore di succo Hippocrates Hippo Plus Novit del mese

La centrifuga Hippocrates ha una resa maggiore rispetto alle altre centrifughe e produce un succo di frutta e verdure che non contiene alcuna traccia di polpa; è un robot da cucina perfetto per la cucina sana, in particolare per quella crudista. Comprare una centrifuga è un investimento che non si fa tutti i giorni e Hippo Plus di Hippocrates è la migliore centrifuga in cui investire i tuoi soldi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE