Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Mednat / Agop. e mandibola

L'AGOPUNTURA NEL TRATTAMENTO DEI DISTURBI DELL’ARTICOLAZIONE TEMPORO-MANDIBOLARE 1/2

A cura di Anna Paola Tortora
con la consulenza della
Dott.ssa Nadia Marrazzo

L’equilibrio è salute. Senza di esso nessun sistema è armonico. La disarmonia – a qualsiasi livello – crea ripercussioni nell’organismo. Un disturbo in qualsiasi zona del corpo, così come un cedimento strutturale o una crepa sul muro di un palazzo, trova spesso origine in un disequilibro che può aver sede anche in un luogo diverso rispetto a quello dove di fatto si manifesta il sintomo. Tenere a mente questo assunto è fondamentale per qualsiasi approccio terapeutico, occidentale o orientale che sia. Il corpo umano è un unicum; nessuna problematica, di salute o strutturale, rimane isolata. Il disequilibrio, a qualsiasi livello, comporta l’innesco di un meccanismo di risposta da parte dell’organismo che si traduce nella ricerca di un nuovo equilibrio mediante compensazione. Se ad esempio un soggetto prova dolore in un determinato punto del piede destro, il corpo e la risposta dell’organismo al dolore, porteranno la persona a bilanciare diversamente il peso sottoponendo il piede sinistro alla sopportazione di un carico maggiore. Identico è il discorso per la bocca e l’articolazione temporo-mandibolare.
Un disequilibrio strutturale comporta una variazione dell’equilibrio energetico del corpo con tutte le conseguenze del caso. Ecco perché l’agopuntura trova applicazione nella cura dei disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare con ottimi risultati.

L’articolazione temporo-mandibolare (ATM)

Le articolazioni temporo-mandibolari sono uniche nel corpo. Esse si trovano in coppia sull’osso mandibolare che funge da bilanciere. Mentre le articolazioni del nostro corpo sono di norma slegate tra di loro e indipendenti nei movimenti, le due ATM sono legate l’una all’altra. Visualizzando la postura come una serie di piani paralleli tra di loro, l’ultimo di questi piani è rappresentato proprio dall’ATM. È chiaro quindi che questa risentirà di qualsiasi squilibrio dei “ripiani” sottostanti.
La maggior parte delle articolazioni (ginocchia, caviglie, ecc.) sono definite articolazioni da carico e hanno una caratteristica anatomica che le rende adatte a sopportare una tensione costante. Le ATM sono articolazioni da movimento: esse galleggiano all’interno della loro cavità. I disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare sono spesso originati da una tensione muscolare anomala che sovraccarica questa zona e sottopone ad un continuo sforzo l’articolazione che si trova a svolgere il lavoro di un’articolazione da carico. In presenza di disturbi sul piano occlusale come deviazioni, arretramenti, avanzamenti mandibolari le ATM si trovano ad essere letteralmente schiacciate contro la fossa all’interno della quale l’articolazione si muove. Ecco che il paziente affetto da questo genere di disturbi avvertirà fastidi nella masticazione (e non solo) come click, apertura ad “esse” o scroscio.

Pubblicità
L’apparato di cui si parla ha una funzione primaria, quella della masticazione. Questa è una funzione ancestrale basilare per la salute dell’uomo che, anche a livello animale, ha un’importanza vitale. La masticazione deve essere il più possibile equilibrata e bilanciata. Essa non dipende solo da come i denti si chiudono tra di loro ma anche dai movimenti che la bocca compie durante la masticazione e in tutte le azioni che comportano un coinvolgimento di quest’ultima. Lo studio della funzione masticatoria prevede la conoscenza basilare del concetto di occlusione.
Quando si parla di occlusione il riferimento è – appunto – al modo in cui i denti si chiudono tra di loro, ma non solo. Essa è responsabile dell’equilibrio tra mascella e mandibola e conseguentemente anche del nostro equilibrio corporeo. È chiaro che l’occlusione condiziona fortemente le articolazioni temporo-mandibolari: una problematica muscolare e strutturale in tale senso determina ovviamente una malocclusione.

L’occlusione insomma è il punto di partenza di tutto quello che ruota intorno alla bocca. Il modo in cui si chiudono i denti influenza tutta una serie di azioni come il modo in cui parliamo e deglutiamo. Si stima che una persona arrivi a compiere circa 2000 atti deglutitori al giorno; ogni volta che una persona inghiotte varia la sua postura mandibolare secondo l’occlusione di quello specifico soggetto. È molto raro che essa sia fisiologica, è più frequente, infatti, che l’occlusione sia patologica, ovvero presenti problematiche e disequilibrio. La riabilitazione neuro-occlusale, secondo i preziosi insegnamenti del Prof. Pedro Planas, si basa sull’uso di apparecchi o tecniche riabilitative protesiche che permettono di bilanciare l’occlusione.

Quando si parla di disturbi delle articolazioni temporo-mandibolari e delle loro ripercussioni sul corpo, si deve considerare la postura mandibolo-cranio-cervico-sacrale nel complesso dove le articolazioni temporo-mandibolari, le ultime articolazioni mobili del corpo a partire dall’appoggio plantare, rivestono il ruolo dello snodo fondamentale per determinare il bilanciamento dell’intera postura del corpo. È vero però anche il discorso inverso: una problematica che risiede alla base del corpo potrà ripercuotersi in un disordine temporo-mandibolare per lo stesso principio.

Pubblicità
Il concetto di asimmetria. Come compensa il corpo? L’origine del bruxismo
Qualsiasi asimmetria, ad esempio quella delle anche, produce una perdita di energia, una dispersione di forze che l’organismo impiega per compensare la mancanza di equilibrio. Per cercare di raggiungere nuovamente quest’ultimo il corpo mette in atto una dismetria. In generale questo meccanismo di compensazione avviene mediante l’assunzione di posizioni viziate e posture scorrette.
Differente è il discorso per la bocca: al suo interno vi sono i denti, una barriera inestensibile che non si può abbattere. Il complesso sistema di compensazione di cui si parla sopra dipende in maniera diretta dal sistema nervoso, apparato che ha un ruolo dominante. È infatti proprio questo a riconoscere come alterata un’occlusione non equilibrata. La reazione di fronte al recepimento di questa informazione è il tentativo da parte del sistema nervoso di riportare la situazione all’equilibrio e per farlo è necessario eliminare le interferenze. Nella bocca, e in un'occlusione mandibolare disequilibrata, come detto, le interferenze sono rappresentate dai denti.
Quando la mandibola non è posturalmente in equilibrio ma è caratterizzata da uno sbilanciamento in lateralità, si viene a determinare un’alterazione della postura delle articolazioni temporo-mandibolari che verrà compensata a livello dentale mediante vere e proprie abrasioni dei denti (il muro che impedisce alla bocca di ritrovare il proprio equilibrio). Il sistema nervoso, soprattutto nelle ore notturne, invia istruzioni precise alla mandibola affinché essa eserciti forza sui denti e rompa la barriera che impedisce all’articolazione di ritrovare il suo equilibrio. Ecco come ha origine il bruxismo – al di là di eccezioni di cui si parla nella pagina seguente – in seguito ad un’alterata dinamica occlusale. Questa patologia, oltre a determinare la comparsa di lesioni importanti a livello dentale, comporta poi una serie di disturbi come cefalee, stanchezza determinata dal cattivo riposo, dolori a collo e spalle.

Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
L’articolazione temporo-mandibolare- Agopuntura Odontoiatria Olistica e Agopuntura

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Le malattie oculari nell'anziano: riconoscere e curare glaucoma, retinopatia, degenerazione maculare

La cataratta è la malattia oculare più conosciuta nell'anziano, ma ci sono altre patologie che, se non riconosciute e curate in tempo, possono portare alla cecità. Glaucoma e retinopatia diabetica, per esempio, possono essere trattate a seguito di una tempestiva diagnosi fatta...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato