Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Mednat / Agop. veterinaria

AGOPUNTURA E VETERINARIA

A cura di Anna Paola Tortora con la consulenza della Dott.ssa Tiziana Tabossi

L'Agopuntura annovera numerosi campi d'applicazione nell'essere umano, ma l'antica pratica cinese è in grado di offrire ottimi risultati anche nella cura delle patologie a carico degli animali. Non sono molti i veterinari che la praticano e la conoscenza delle sue potenzialità è ad oggi poco diffusa. Generalmente il padrone che si rivolge all'agopuntore per il proprio pet è una persona che ha dapprima testato su di sè i benefici della pratica oppure approda alla medicina cinese dopo aver tentato invano tutte le soluzioni più tradizionali. Ma c’è da dire che la possibilità di applicare l'Agopuntura anche agli animali era contemplata anche dai medici del Sol Levante già molti secoli fa.

L'istinto dell'animale e la conoscenza del proprio corpo
Come si è arrivati a considerare l'Agopuntura anche per la cura dell'animale? Oltre a far riferimento alle antiche tavole dei terapeuti cinesi, è stato sufficiente osservare il comportamento dei pet. Gli animali, infatti, trattano se stessi, naturalmente e spontaneamente, agendo su alcuni punti che hanno un ruolo specifico nella stimolazione di alcune funzioni. Durante l'accoppiamento di alcuni animali si riscontrano, ad esempio, comportamenti che si ripetono. Nel caso del gatto, il maschio è solito afferrare con i denti la femmina sulla collottola; questo avviene non solo per tenere ferma la gatta ma anche perchè in quella parte del corpo risiede il punto di agopuntura che stimola l'ovulazione. Stesso comportamento è riscontrato nei cavalli che, diversamente dai gatti, mordono il lato del collo della compagna. Medesimo discorso può essere fatto osservando gli animali al risveglio. Sia i cani che i gatti sono soliti infatti effettuare movimenti di stretching, puntando le zampe avanti: in questo modo gli animali stirano i meridiani che scorrono all'interno del loro corpo.
E ancora: gli animali sono soliti mordere delicatamente le loro estremità, ad esempio le falangi o la parte terminale delle zampe. In questo modo stimolano i punti ting; essi si trovano alla periferia del corpo e, se sollecitati, aiutano il movimento dell'energia fuori dal corpo e a tonificare quest'ultimo.

L'osservazione
L'osservazione degli animali svela degli atteggiamenti esatti e specifici e in molti casi agevola la diagnosi. Alcune patologie si manifestano con sintomi apparentemente slegati tra loro che appaiono su specifiche parti del corpo. Sugli stessi punti solitamente si concentra l'attenzione dell'animale. Ad esempio molte malattie renali, per i gatti e per i cani, comportano la comparsa di forfora sul dorso, ai lati della colonna, in corrispondenza di alcune aree dove risiedono i punti di stimolazione dell'organo. Il deficit di rene, causato da un vuoto di energia lungo il meridiano della vescica, si manifesta spesso così.

Pubblicità
Gli animali conoscono il proprio corpo, sanno quali punti stimolare per sentirsi meglio e insegnano all'uomo come toccarli. Tutto questo avviene inconsapevolmente, a livello istintivo, perché determinati comportamenti e la stimolazione di specifici punti del proprio corpo, creano benessere nell'animale. Prestare attenzione a questi dettagli può svelare molto sullo stato di salute del pet.

La medicina cinese e gli animali
La medicina cinese ha sempre trattato anche gli animali, oltre all'essere umano, e le tavole dei meridiani che li interessano sono molto antiche. In principio esse riguardavano gli animali da reddito, come la vacca e i cavalli. In seguito sono state prodotte anche le mappe dei meridiani degli animali domestici. I cani, dal punto di vista della medicina cinese, sono molto simili all'essere umano, il gatto invece se ne discosta. Alcuni studi condotti in Spagna hanno dimostrato l’esistenza di zone “di specie”, ovvero parti del corpo di interesse specifico che si differenziano a seconda dell'animale e che si possono trattare per ottenere benefici. Per il cane ad esempio il collo, nel gatto, la testa. Non è un caso che queste zone siano le stesse che l'essere umano tocca accarezzando l'animale, sapendo di provocargli piacere.
Al centro della testa, tra le orecchie (nel cane e nel gatto), c'è quello che in Agopuntura viene definito il "Mare della Tranquillità". Inserire in quel punto un ago e massaggiare quell'area (almeno 30 minuti) rilassa l'animale: il pet agitato si placa, quasi si addormenta. Esistono anche delle parti del corpo che, se toccate, in alcune specie producono un effetto ipnotico: la testa ad esempio nell'iguana o la pancia nel coniglio. Così come il contatto con alcune zone provoca benessere e tranquillità, esistono punti dove l'animale non gradisce essere toccato e questa è un'informazione che non deve essere ignorata.

Agopuntura in Veterinaria
Gli animali si sottopongono all'Agopuntura di norma tranquillamente, senza che si renda necessaria alcuna sedazione e questo vale anche per quelli più problematici e meno docili. Questo avviene, probabilmente, perchè il pet, una volta inserito l’ago, avverte immediatamente una sensazione di benessere che fa sì che accetti la terapia di buon grado.

Sebbene l'Agopuntura sia stata testata su molte specie, sono principalmente gli animali domestici ad essere sottoposti al trattamento, in particolare cani, gatti, conigli e specie esotiche. Si registrano invece meno richieste per gli animali da reddito (come vacche o maiali). Anche in questo altro caso, tuttavia, l’Agopuntura si rivela un trattamento indicato; essa ottiene ottimi risultati nella cura delle mastiti oppure nella stimolazione dell'ovulazione per facilitare la riproduzione. Restando agli animali di taglia grande, è più frequente che la tecnica venga praticata sui cavalli per curare, ad esempio, patologie osteoarticolari e muscolari; in qualche caso la tecnica viene impiegata anche per contrastare le malattie respiratorie o per calmare gli esemplari più paurosi o che tendono ad imbizzarrirsi con più facilità.

Generalmente l’Agopuntura si dimostra più efficace nella cura di malattie specifiche mentre è meno utile nell'approccio ad aspetti comportamentali dell'animale che possono essere affrontati più semplicemente in altro modo (come la somministrazione di feromoni).

Tra le patologie che traggono maggior vantaggio dal trattamento attraverso Agopuntura, ci sono in primis quelle croniche: osteoartriti, mielopatie, displasie, in particolari dei cani. In questo caso la terapia deve essere reiterata nel tempo ma porta miglioramenti visibili e benessere al pet.

Un terreno d'applicazione dell'Agopuntura in Veterinaria degno di nota è il campo oncologico. L'Agopuntura non può guarire dai tumori ma riesce a bloccare l'evoluzione della patologia. Nel tumore della mammella ad esempio, può essere trattato un punto di Agopuntura specifico (tre fegato). Per l'approccio a tutti i tipi di tumore si impiega invece una tecnica che in medicina cinese è definita "L'Attacco del Drago" che consiste nel circondare il tumore con gli aghi con la punta rivolta verso la massa. Questo approccio sottrae potere al male, causato da un eccesso energetico concentrato in quel punto del corpo, e può bloccare la crescita del tumore, arrivando a ridurre anche le sue dimensioni. L'Agopuntura diventa quindi funzionale in vista di un successivo intervento chirurgico per l'asportazione del male.
Questa procedura è consigliata negli animali anziani che difficilmente sopporterebbero una terapia farmacologica aggressiva.

I problemi renali, che spesso affliggono i gatti, sono determinati al contrario da un deficit di organo che può essere risolto ristabilendo il corretto flusso energetico. In questo caso la moxibustione si rivela molto efficace: essa si pratica stimolando i punti di Agopuntura interessati attraverso il calore (il medico, in questo caso, può avvalersi dell'artemisia, ma può anche scaldare l'ago, una volta inserito, agendo sul lato opposto al punto di inserzione) contribuendo così alla tonificazione dell'organo affetto da carenze. I risultati sono generalmente duraturi ma un ruolo fondamentale viene giocato dalla tempestività con cui si affronta il disturbo. La vera abilità dell'Agopuntore, d’altronde, sta nel prevenire la comparsa delle patologie attraverso l'osservazione dei comportamenti del pet e la loro interpretazione.

Pubblicità
Rimanendo nel campo delle malattie a carico dei reni, ottimi risultati si ottengono dall'Agopuntura nella cura della ritenzione urinaria. Ad impedire la minzione può essere una causa meccanica, come la presenza di un calcolo (ma in questo caso l'Agopuntura può poco e niente), oppure una cistite idiopatica, oppure ancora il problema emerge in concomitanza con una condizione di stress o a causa dell'alimentazione. In questi casi gli animali, i gatti per lo più, non riescono a urinare e quindi a liberarsi. La manifestazione del disagio è evidente: l'animale va sulla lettiera ed emette miagolii strazianti. Quello che provoca il disturbo è una contrazione della muscolatura dello sfintere, che per qualche motivo non riesce a rilassarsi. La patologia può essere trattata attraverso la somministrazione di farmaci ma questi hanno spesso un alto fattore di rischio nei gatti. Attraverso la seduta di Agopuntura, invece, il problema trova una risoluzione nella maggior parte dei casi e in modo innocuo. A volte si usa anche iniettare nei punti interessati della soluzione fisiologica o della vitamina B1.

L'agopuntura è importante anche come trattamento pre chirurgico: essa infatti limita il sanguinamento e facilita la rimarginazione della ferita perché favorisce la coagulazione.

Altro problema che ogni padrone di un animale conosce bene è la difficoltà che può riscontrarsi durante un viaggio in macchina. Si tratta di difficoltà al trasporto passivo e può essere determinato da vari fattori: dalla paura dell’animale, che sfocia in vero e proprio panico o a causa di disturbi a carico dell'apparato digerente. Il trattamento attraverso Agopuntura, in questo caso, deve essere preventivo e la seduta effettuata in due momenti: il giorno prima e un'ora prima del viaggio. Se la causa del malessere è la nausea si stimolano i punti dello stomaco, se invece è uno stato emotivo di panico i punti sui quali si concentrerà l'agopuntore saranno quelli della tranquillità. Il padrone può anche imparare a massaggiare il pet (attraverso una tecnica simile ai Tui Na) nei punti specifici, per aiutarlo ad affrontare con maggiore serenità il trasporto. Se l'animale in viaggio soffre di ansia e panico, può essere utile agire su "Il Mare della Tranquillità" (si trova tra le orecchie sulla testa); diversamente sarà indicato concentrarsi sul punto 36 stomaco (situato sotto la rotula), che stimola le riserve energetiche dell'organismo migliorando lo stato dello stomaco. Questa tecnica funziona sia nel cane che nel gatto. Nel caso del trasporto potrebbe essere molto utile associare profumi o feromoni all'Agopuntura. Ottimi risultati ottiene anche l'Omeopatia.

Alcuni animali, in particolare quelli a muso piatto (gatto persiano, bull dog inglese o francese) soffrono spesso di un disturbo che negli ultimi anni si presenta con maggiore incidenza: la sindrome brachicefalica. Essa determina patologie respiratorie e in alcuni casi si rende necessario l'intervento chirurgico. La difficoltà nella respirazione può essere causata sia dalla conformazione del palato (in questo caso l'Agopuntura non ha potere) o da problemi a carico dei turbinati nasali. In questo secondo caso la tecnica cinese ottiene ottimi risultati, evitando persino a volte il ricorso al bisturi.

L'agopuntura infine è ottima come terapia del dolore, ma si ricorda che non è mai indicato eliminare completamente la sensazione dolorosa: essa infatti serve a impedire che il pet faccia movimenti sbagliati e nocivi. Un esempio su tutti: dopo l'operazione di sterilizzazione l'animale non può muoversi liberamente altrimenti rischia di far saltare i punti.

L'Agopuntura in ambito veterinario funziona dunque, ma è sicuramente più impegnativa rispetto ad altre terapie: il tempo richiesto per il trattamento è maggiore e necessita di costanza. È sicuramente più facile e rapido per l'uomo rivolgersi alla medicina allopatica e ai farmaci. Diversamente da questi ultimi però l'Agopuntura dà risultati più duraturi e non presenta controindicazioni o effetti collaterali. Negli animali anziani, sopratutto, è la terapia maggiormente indicata.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Clicca il neo: la prevenzione del melanoma si fa con lo smartphone

La salute è a portata di clic grazie a “Clicca il Neo”, la App per identificare i nei sospetti direttamente dal proprio cellulare o tablet. Il metodo è sicuro, veloce ed efficace. Tramite l'applicazione, infatti, basta fare una foto alle macchie o alle lesioni a rischio, e...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Metti la musica in cassetta

Scritto il 21 marzo 2017 da Alberto&Alberto

Dopo il ritorno in auge del vinile, non senza comprensibili motivazioni, si assiste ora al revival delle musicassette, dopo quasi trent’anni di oblio. In questo caso, però, è solo la nostalgia a trainare il fenomeno…

Pillole di benessere

Pausa pranzo, attenti al sale

Scritto il 24 marzo 2017 da Welly

In occasione della Settimana Mondiale per la Riduzione del Consumo di Sale, in svolgimento fino a domenica 26 marzo, gli esperti dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica mettono in guardia dall’eccesso di sodio che si può annidare in quei piatti che generalmente vengono consumati nei pasti fuori casa.

Offerta del mese
Bio-mex

FORMATO MAXI!!

850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Offerta del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici. Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica... Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!

Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Nera
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole Altezza:63 cm Larghezza:45 cm Profondità:50 cm.
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.