Menu Sessuologia
Sei in:   benessere.com / Sessuologia / Articoli vari / Problemi sociali / Internet e Porno

INTERNET, PORNOGRAFIA E DIPENDENZA (1/2)

A cura del Dott. Fabrizio Quattrini

L’Erotismo e la Pornografia, da sempre fortemente relati al contesto socio-culturale di riferimento, hanno promosso un’evoluzione dei costumi sessuali, rilevando possibili aspetti propositivi di tipo educativo, ma anche molti elementi negativi utili al rinforzo dei tabù sessuali tipici della società di riferimento.
Con l’avvento di internet, la condivisione costante ed esponenziale delle immagini pornografiche in rete ha rinforzato in alcune persone una possibile forma di “dipendenza”, che, inevitabilmente, può condurre le stesse ad espressioni di disagio e distorsione del dato di realtà psicocorporeo, relazionale e sessuale.

Come descritto da Quattrini & Spaccarotella (2010), ogni secondo vengono spesi nel mondo enormi quantitativi di denaro in pornografia, una stima americana supera di gran lunga i $ 3000,00. In America il giro d'affari dell'industria del porno ogni anno è di circa 97 miliardi di dollari, con circa 5 milioni di siti dedicati alla pornografia. Il 90% del mercato mondiale riguarda quattro paesi in particolare: Cina, Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti. In cima alla classifica dei massimi produttori di video a luci rosse ci sono appunto gli USA ove viene realizzato un film pornografico ogni 39 minuti.
Se solo si prova a rivolgere l'attenzione al contenitore Internet è possibile rilevare al primo posto la parola sex con 75.608.612 di clic. A questo proposito, “Sex.com” è stato il dominio più costoso di tutti i tempi: nel 2006 è stato acquistato per circa 14 miliardi di dollari. Per quando riguarda il panorama italiano invece, una ricerca Eurispes (2004) afferma che gli italiani che usufruiscono del porno sono 9 milioni, con un giro di affari di 993 milioni di euro, destinato a salire negli anni a venire.

Pubblicità
Le moderne tecnologie (notebook, smartphone che sfruttano la connessione wireless) permettono di poter fruire di Internet in qualsiasi momento. In tal senso, la possibilità di accedere al materiale di tipo pornografico gratuito accresce la possibilità di un contatto anche casuale col mondo della pornografia. Viene in mente il caso di un sito pornografico gratuito che permette di fruire di brevi spezzoni tratti da film hard, ma soprattutto di condividere anche i propri filmati amatoriali. Fornisce anche una chat room, un servizio di appuntamento tra gli utenti e uno spazio webcam. Nato nel 2006, mutuando il proprio nome dal più famoso YouTube (senza esserne correlato), è risultato nell’agosto 2009 il sito porno più popolare al mondo ed il 47.mo nella classifica generale. I video sono divisi in nuovi video, categorie, raccomandati per te, i più votati, i più visti e l'upload. Le categorie includono una lista di tematiche sempre aggiornata, alcuni esempi: amatoriali, fellatio, webcam, feticisti, coppie, masturbazione, filmati vintage, ecc.
Dal 2010 si affaccia sul Web una nuova “modalità” di condivisione ludico-erotica virtuale, che permette non solo di guardare, spiare, condividere espressioni di piacere, ma anche di promuovere una sorta di vetrina personale erotica in tutto il mondo. È il caso di un altro noto portale ove, oltre a mostrare i propri bisogni e richiedere anche se solo virtualmente la condivisione del piacere, gli utenti attivano una sorta di gioco online dove attraverso lo scambio di “token” o “tips” (mance) danno corpo e spessore ad una virtuale mercificazione del sesso.

Attualmente la pornografia “è oggetto di un mercato accessibile a tutti, un mercato di massa. È diventata un prodotto da supermercato” (Ovidie, 2002, p. 53). La pornostar francese ci tiene ad effettuare un distinguo tra ciò che lei stessa considera “cinema pornografico” (visto come un genere) e “materiale pornografico”, inteso come “l’insieme di foto e film non professionali, il materiale per la masturbazione su Internet, i peep-show, e tutto quello che circola sotto banco”. Pensiero che richiama quello di Stoller (1991), il quale non considerava porno e pornografia “come sinonimi. Porno è il settore dell’hardcore e le sue raffigurazioni, ossia prodotti - film e videocassette - pensati innanzitutto per uomini che s’identificano, mediante ciò che dà loro un’erezione, in quanto sono eroticamente interessati alle donne. È dunque una sottocategoria della pornografia, che definiamo come prodotto, come raffigurazione, fatta allo scopo di stimolare la mente di qualcuno al fine di creare eccitazione erotica” (id., p. 257). Viste le cifre riportate in precedenza, sembra che le definizioni e le classificazioni possono interessare più gli studiosi che i consumatori. Per quanto “osceno”, “torbido” o “immorale”, evidentemente il mondo della pornografia attrae. E tanto. A tal punto da diventare una dipendenza vera e propria. È il caso della pornodipendenza, o come viene definita da Quattrini & Spaccarotella (2010) una behavioural addiction, che fa parte del più esteso ambito della dipendenza sessuale. Secondo Goodman (1998), chi ha sviluppato una sexual addiction segue uno schema comportamentale caratterizzato da due elementi chiave:
1)    la continua incapacità del soggetto di controllare il comportamento sessuale;
2)    la persistenza del comportamento sessuale nonostante possibili conseguenze dannose.

Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
Internet, pornografia e dipendenza 1/2 Internet, pornografia e dipendenza 2/2

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Il trapianto del pene dopo l’amputazione

Sono migliaia gli uomini che nel mondo vivono senza pene, a seguito di un’amputazione causata da traumi pelvici (incidenti d’auto o sul lavoro), di circoncisioni mal riuscite (sopratutto nei paesi africani) o effettuata chirurgicamente in presenza di tumori per scongiurare recidive. La...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato