Menu Terme e cure termali
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti
Sei in:   benessere.com / Terme / Terme in Italia / Articoli / Terme di Fordong.

LE TERME DI FORDONGIANUS

Nel cuore della Sardegna, incastonata nella valle del fiume Tirso, si trova una delle località termali più rinomate dell’età antica. Edificate per la prima volta nel I secolo d.c. ed ampliate nel III secolo, le Terme di Fordongianus sono state gradualmente abbandonate dopo tre secoli di splendore e riscoperte solo recentemente, con la costruzione di un moderno ed attrezzato stabilimento termale.

Un po’ di storia
Fu il geografo Tolomeo nel I secolo a.c. a citare per la prima volta il luogo ove sorgono le terme di Fordongianus con il nome di Acque Ypsitanae e dunque testimoniando la presenza delle sorgenti che hanno consentito alla località di acquisire una vasta popolarità già in epoca antica. Il nome mutò in Forum Traiani sotto il dominio dell’Imperatore Traiano che durò dal 98 al 117 d.c.; nel I secolo d.c., quindi, fu edificato un primo complesso termale, a forma di “N”, dominata da una grande piscina (natatio) attorno alla quale erano posizionate altre vasche secondarie. Alle spalle, nel III secolo d.c. fu edificato un secondo complesso, stavolta a forma di “S” adibito all’igiene e al benessere personale, con i classici frigidarium, tepidarium e calidarium e una scalinata che collegava i due complessi; i resti di entrambe le terme sono ancora evidenti e visitabili nell’area archeologica di Fordongianus e tra questi vi sono anche quelli del sistema di pozzi e cisterne adibite all’immagazzinamento delle acque così come la rete di piccoli canali che portavano l’acqua alle strutture. Le antiche terme, il cui utilizzo venne gradualmente abbandonato dopo il III secolo, furono scoperte dallo storico Giuseppe Manno nel 1825; tra il 1899 e il 1902 furono quindi effettuati i primi scavi, poi ripresi sistematicamente solo nel 1969 per iniziativa della Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Cagliari e Oristano. Solo più recentemente, quindi, la tradizione termale della località è stata recuperata con la costruzione di un moderno stabilimento, parte del Centro Termale Sardegna.

Pubblicità
Le acque
Le acque delle Terme di Fordongianus sgorgano da sorgenti naturali ad una temperatura di 56° tutto l’anno e sono classificate come acque salso-bicarbonato-fluorurate-termoattive. La presenza di tracce di sostanze radioattive le rendono quindi indicate per i bagni termali e per la fangoterapia ma esse sono utilizzate anche per le cure inalatorie e idropiniche. Per quanto riguarda queste ultime, sono consigliate per la cura dell’obesità, della gastrite, della insufficienza epatica di lieve entità e della diarrea ma non nei casi di ulcera e nella colite spastica. Le cure inalatorie, invece (che comprendono inalazioni, humage, aerosol, nebbie termali e docce nasali) sono indicate per la cure delle patologie respiratorie e la fangoterapia per la gotta, le nevralgie, il reumatismo cronico, l’allergia e l’obesità.

Lo stabilimento termale
Il nuovo Centro Termale Sardegna è stato edificato in tempi recenti (il centro, di proprietà della regione, è stato inaugurato e aperto al pubblico il 21 aprile del 2005) per dotare la località di Fordongianus di una struttura moderna e funzionale che consentisse ad una vasta utenza di poter beneficiare delle acque termo-minerali che l’avevano resa celebre già nei tempi antichi. Allo stabilimento è stata affiancata anche una struttura ricettiva, il Grand Hotel Terme, all’interno del quale si trovano due piscine termali, una palestra e vari servizi legati al benessere. L’Hotel è poi collegato per mezzo di una passerella panoramica al Centro Termale vero e proprio, ove si trova un moderno ed attrezzato reparto cure con l’offerta, tra gli altri servizi, di fanghi, bagni termali, vari tipi di massaggi, fisioterapia, riabilitazione in palestra e in vasca, inalazioni e aerosol. Lo stabilimento è infine dotato di un centro di estetica che offre una vasta gamma di trattamenti per i quali vengono utilizzati i fanghi arricchiti dalle acque termali.

Turismo nei dintorni
Gli imponenti resti della civiltà romana a Fordongianus, sia per quanto riguarda l’attività termale che legati al suo status di importante presidio militare e di scambi commerciali, fanno della località un luogo di grande interesse archeologico. Altro motivo di richiamo è la presenza di diverse cave di trachite rossa, verde e grigia, la stessa che fu utilizzata per la costruzione del primo stabilimento termale del I secolo a.c.. Nell’area di Fordongianus si possono quindi visitare, oltre alle cave, anche diversi laboratori artigianali nei quali la pietra pregiata viene lavorata e scolpita; da “capitale” della trachite, Fordongianus ha voluto anche promuovere un importante concorso internazionale di scultura che si tiene ogni estate, dal 1990, tra i mesi di luglio ed agosto, quando si svolge anche una bella mostra di artigianato.
Da visitare nel Paese la Casa Aragonese, una elegante abitazione seicentesca costruita e decorata con la trachite rossa in stile gotico-catalano. Abitata fino al 1978, successivamente la Casa è stata divisa in due: una parte è rimasta adibita ad abitazione, un’altra in museo, nel quale si possono ammirare le caratteristiche finestre tra cui quella cosiddetta “camera degli sposi”.
Fordongianus si trova nella provincia di Oristano, cittadina (capoluogo dal 1974) ricca di storia e con un vivace centro storico. Non molto distanti ci sono alcune località balneari molto rinomate come la spiaggia di Mari Ermi a Is Arutas o l’Isola del Mal di Ventre, raggiungibile con un barcone dal Golfo di Oristano o ancora il porticciolo turistico di Torregrande.
Per gli amanti del turismo naturalistico è da non perdere una escursione agli Stagni del Sinis, oasi protette che sono habitat ideale per la nidificazione di molte specie di uccelli mentre un’altra area archeologica di grande interesse è il complesso nuragico di Santa Cristina, uno dei più suggestivi dell’intera Sardegna.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Al mercato, allegria e benessere

Scritto il 17 April 2018 da Alberto&Alberto

Una passeggiata in un qualsiasi mercato rionale è una sana iniezione di allegria. E ci racconta lo spirito di una città e di coloro che la abitano.

Pillole di benessere

Contro l’ictus, misuriamo la pressione

Scritto il 30 March 2018 da Welly

Aprile è il mese di prevenzione dall’ictus; un’occasione per ricordare come il controllo periodico della pressione sia fondamentale a causa del ruolo rappresentato dall’ipertensione come fattore di rischio. 

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato