Menu Terme e cure termali
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti
Sei in:   benessere.com / Terme / Terme in Italia / Articoli / Terme di Comano

LE TERME DI COMANO

Il nome delle Terme di Comano deriva da quello della Sibilla Cumana che una leggenda narra si sia rifugiata in una gola delle Valli Giudicarie ove fu la prima a sperimentare le proprietà benefiche delle acque trentine, oggi riconosciute come tra le più efficaci nella cura delle malattie cutanee a livello internazionale.

Un po’ di storia
Note già nell’epoca romana, le Terme di Comano conobbero una vasta popolarità in età medievale (durante la quale fu addirittura edificato un albergo per coloro che si si sottoponevano alle cure termali) e ad esse è legata una leggenda che coinvolge la Sibilla Cumana, la più famosa delle figure profetiche della religione greca e romana al cui nome sono legate le Terme stesse. Secondo tale leggenda, tramandata tra gli altri dal poeta locale Giovanni Prati (1814-1884), la maga Sibilla si era rifugiata in una gola tra le montagne quando un giorno fu sorpresa da alcuni malcapitati che si prendevano gioco di lei finché non sopraggiunse il Conte di Castel Spine che assistette alle scena e fece fuggire i denigratori della Sibilla. Quest’ultima, volendo ricompensare il suo salvatore, dopo aver notato alcune macchie rosse sul suo viso, lo invitò a bagnarsi nell’acqua della sorgente che sgorgava nella sua grotta, favorendo così la sua guarigione. La stessa leggenda narra che a seguito di una frana effettivamente verificatasi nel 1400, la Maga Sibilla scomparse tra le macerie. Così che il nobile, ormai vecchio e tornato nella gola insieme al nipotino colpito da una terribile malattia, dovette scavare a lungo per trovare una traccia dell’acqua miracolosa nella quale immergere il bambino che si ristabilì immediatamente. Solo nel 1800 quindi, si sentì nuovamente parlare delle Terme di Comano: accadde che l’acqua termale si era riaffacciata in alcune infiltrazioni del terreno, ove i contadini lasciavano macerare la canapa. In seguito, gli stessi contadini scoprirono che l’acqua era in grado di guarire dalla scabbia e fu così che iniziarono dei lavori di scavo che riportarono alla luce dei resti di un bagno termale romano e della antica grotta che la leggenda voleva essere il rifugio della Sibilla Cumana. Tuttavia la travagliata vicenda delle Terme di Comano non si era ancora conclusa: i bagni ripristinati furono infatti messi all’asta dal Comune di Lomaso che all’epoca si trovava in difficoltà economiche ed acquistate da Gian Battista Mattei che solo quattro anni più tardi, nel 1825, li lasciò in eredità ai poveri delle tre Pievi di Banale, Lomaso e Bleggio. Più volte ampliate e ristrutturate fino ai nostri giorni, le Terme di Comano mantengono la loro vocazione benefica legata all’antica leggenda della Sibilla devolvendo ogni anno parte del ricavato dell’attività dello stabilimento ad associazioni umanitarie.

Pubblicità

L’acqua termale
L’acqua di Comano, leggermente radioattiva e ricca di fluoro, è classificata come acqua “bicarbonato-calcio-magnesiaca” e sgorga ad una temperatura costante tra i 27° e i 28°, la più alta tra quelle registrate in Italia tra le acque oligominerali. La presenza di elementi utili a favorire la coesione e l’integrità dell’epidermide, come gli ioni di calcio e il magnesio, la rendono particolarmente efficace nella cura delle malattie della pelle, in primo luogo la psoriasi ma anche le dermatiti e le allergie della pelle. Con un ‘ph’ vicino alla neutralità, l’acqua di Comano svolge una significativa azione detergente delle superfici cutanee coperte da essudati, squame e croste, un’azione sedativa del prurito, un’azione antiflogistica agente sugli infiltratidei tessuti cutanei, un’azione cheratoplastica di stimolo sulla rigenerazione dello strato corneo, un’azione riparatrice delle anomalie del tessuto cutaneo, un’azione antiallergica e un’azione eudermica con la presenza di bicarbonati che esplica un’azione lenitiva, decongestionante e regolarizzante sulla pelle.
Ampie trattazioni scientifiche sulla efficacia delle acque termali di Comano sono disponibili tra le pagine di Minerva medica (uno studio pubblicato nel 1986), su Acta Dermovenereologica Scandinava (1989), su Clinica Termale (1992) e sul Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia (2000), nonché sull’International Journal of Molecular Medicine (2006).

Lo stabilimento termale
Lo stabilimento delle Terme di Comano si trova al centro di un vasto parco naturale di quattordici ettari, attrezzato per passeggiate, percorsi di jogging e ginnastica all’aria aperta e giochi per i bambini in una sera appositamente attrezzata.
Tra i più rinomati in Europa per la cura delle malattie cutanee, esso è frequentato in particolare da coloro che soffrono di psoriasi, che qui possono sottoporsi ad una cura che abbina la crenoterapia, ovvero la classica terapia con mezzi termali, con la fototerapia selettiva per ottenere risultati più rapidi. La cura presso lo stabilimento è indicata anche e soprattutto per i bambini che soffrono di dermatite atopica e che qui possono trovare giovamento ai pruriti senza dover ricorrere alla terapia farmacologica. Presso lo stabilimento è disponibile anche un reparto di Dermatologia Estetica e Correttiva presso il quale gli inestetismi della pelle vengono curati con l’ausilio di tecniche laser. In quanto stabilimento termale, comunque, quello di Comano offre anche cure per affezioni di altra natura, come quelle delle vie respiratorie per le quali risultano indicate le inalazioni, l’aerosol e le docce micronizzate, oltre alla possibilità di poter effettuare bagni termali, fangoterapia, irrigazioni vaginali, idromassaggi e cure idropiniche, con un ottimo effetto diuretico e disintossicante in presenza di affezioni renali e gastroenteriche.
Non manca, alle Terme di Cumano, un moderno ed attrezzato Centro Benessere presso il quale vengono praticati, tra gli altri, massaggi ayurvedici e hawaiani, anticellulite e bioenergetici, con pietre calde e olii essenziali, trattamenti antietà del viso e del corpo, rigeneranti e defaticanti, oppure arricchiti con terapie a base di fango termale e vitamine alla frutta:

Turismo nei dintorni
Le Terme di Comano si trovano in una zona sud-occidentale del Trentino Alto Adige, nelle Valli Giudicarie, una zona di mezza montagna (400 metri sopra il livello del mare) dall’aria salubre che attira ogni anno migliaia di amante del turismo naturalistico che possono scegliere tra tanti itinerari, tra quelli offerti dagli altipiani Banale, Bleggio, Fiavè e Lomaso. Lo stesso Parco Naturale Adamello-Brenta, all’interno del quale si trova la località Ponte delle Arche, sede delle Terme, offre molteplici motivi di interesse al visitatore, con la ricchezza della sua fauna e flora, così come i vicini Parco e Museo delle Palafitte di Fiavè, che documentano la vita nella zona in epoca antica, il Parco Fluviale del Sarca, il Parco letterario dedicato al poeta locale Giovanni Prati, il suggestivo Castel Scenico.
A poche decine di chilometri da Comano si trovano invece alcune delle più note e frequentate località del Trentino da Riva del Garda a Madonna di Campiglio e Pinzolo, da Trento, Andalo e Molveno.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

La radio allegra se libera

Scritto il 26 aprile 2016 da Alberto&Alberto

Sono passati esattamente quarant'anni da quando una sentenza della Corte Costituzionale del 28 luglio 1976 liberalizzava le trasmissioni radio in ambito locale. Spezzando un monopolio ed aprendo la strada ad un nuovo modo di fare radiofonia, che contemplava anche la partecipazione diretta degli ascoltatori.

Pillole di benessere

Se la cimice vede rosso

Scritto il 29 aprile 2016 da Welly

Uno studio pubblicato sul Journal of Medical Entomology e ripreso dalla BBC e vari siti dimostra come le cimici siano più attirati dai nostri letti quando lenzuola o materasso sono di colore rosso o nero. Viceversa i parassiti detestano giallo e verde. Vediamo perché.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente
Offerta del mese

Oscar Neo da 1000. L'Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo!
L'estrattore di succo vivente Oscar Neo è l'ultimo e più moderno estrattore di succo a freddo. Oscar Neo DA 1000 mantiene le caratteristiche dei modelli precedenti, quali un singolo rotatore-tritatore, un sistema di estrazione a tre fasi, e una spremitura a freddo che mantiene vive le sostanze nutrienti fino a 48 ore dopo la spremitura. Inoltre con questo estrattore è possibile anche macinare, fare gelati, pasta, spaghetti e molto altro ancora.Da oggi Nuovi Colori DISPONIBILI!! Rosso-Nero-Cromo


Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Color ecrù
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole

Altezza:63 cm
Larghezza:45 cm
Profondità:50 cm



Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2016 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.