Menu Terme e cure termali
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti
Sei in:   benessere.com / Terme / Terme in Italia / Articoli / Terme del Garda

IL PARCO TERMALE DEL GARDA

Vicinissimo al lago di Garda, in località Colà di Lazise, si trova uno straordinario parco termale dove si può praticare la balneoterapia in un ambiente di rara bellezza visitabile, anche per una giornata intera, magari attrezzandosi per una colazione a sacco (permessa) nei boschi su tavoli e panche esistenti.

Tra prati e alberi secolari si trovano due laghetti di acqua termale a 34 °C con grandi vasche di idromassaggio a circa 38 °C.
Il più grande dei due laghi ha una superficie di circa 5.000 mq e di sera, quando la stagione lo permette, è anche illuminato per la balneazione notturna.

Il parco e la villa

Il parco ha un'estensione di 13 ettari ed è contiene una grande varietà di specie arboree, cedri, lecci, sequoie, abeti, magnolie e piante esotiche disposte con grande armonia.Ci sono ampie aree erbose e alberi secolari che, anche nella stagione più calda, donano spazi d'ombra.

Villa dei Cedri è una tipica costruzione neoclassica di notevole sobrietà ed bellezza; si eleva su tre piani di cui due nobili ed un terzo per la servitù. Non segue lo schema tipologico tradizionale delle Ville Venete ma è molto più vicina allo stile lombardo.
Il corpo centrale è coronato da un timpano triangolare che, nel prospetto verso il parco, posa su quattro lesene con capitelli corinzi che si elevano su due piani ed hanno come basamento il volume del pianoterra trattato a bugnato.

All'interno del parco si trovano anche altri interessanti edifici: Villa Moscardo, la più antica, risalente al XIV secolo, un corpo unico che include foresterie, depandances e scuderie, asseribile al XIV-XV secolo e due serre di cui una particolarmente interessante, costituita con una volta a botte e nel corpo centrale una gran cupola a padiglione che eleva di molto le volte dei corpi minori.
Ci sino poi tre portinerie che si affacciano, data l'estensione del parco, su tre diverse strade. La prima è di stile neogotico (finestre ad ogiva, tetto in rame con finti mattoncini dipinti) paragonabile come gusto all'architettura del Franco (fine 800 inizi 900), era la portineria di rappresentanza della Villa. La seconda appartenente alla fine dell'800 o ai primi del '900 è un classico stile neoromantico. La terza risale al XV secolo; fu poi ristrutturata nell'800 dove gli venne dato un aspetto del tardo Medioevo e ne venne ricavata una nicchia per ricreare un "ninfeo" che ricorda le Ville del 500.

Un po' di storia

Nel 1989 i proprietari della villa e del parco, per potenziare l'irrigazione della tenuta, fecero scavare un pozzo all'interno della proprietà. Alla profondità di 160 metri, la sorpresa: una falda d'acqua calda e per di più oligominerale, ricca di bicarbonato, calcio, magnesio, litio, silice.

Pubblicità

Ed ecco l'idea geniale: sostituire l'acqua del laghetto che si trova nel parco con quella calda, che scaturisce dal sottosuolo alla temperatura di 37 gradi, tramite pompe che garantiscono al lago un ricambio pari alla metà del suo intero contenuto.
Ma prima di tale evento?
La Villa dei Cedri fu costruita secondo la tipologia delle ville napoleoniche dall'architetto Luigi Canonica tra la fine del '700 e l'inizio dell'800. Per quanto riguarda le altre strutture che compongono la proprietà, Villa Moscardo risale al XIV secolo (sulla facciata una lapide attesta il passaggio dell'imperatore Carlo V il 21 aprile del 1530), le foresterie, le scuderie e la maestosa serra in ferro battuto risalgono alla seconda metà dell'800.
In un prezioso album fotografico di Richard Lotze del 1860, presso il Museo dei Miniscalchi di Verona, figurano alcune immagini del parco, la cui ricchezza floristica è rimasta immutata nel tempo con i suoi centocinquanta cedri e altre specie arboree.

I laghi e la grotta

Ci sono due laghi: uno più piccolo, più raccolto e uno più grande (5000mq), quello storico, con una simpatica grotta artificiale.
Entrambi sono ora attrezzati con grandi vasche con acqua più calda, interne al lago, per idromassaggi di vario tipo. Ci sono poi delle potenti fontane che innalzano l'acqua fino al 10-15 metri.

La grotta, costruita contemporaneamente al lago "storico" come ornamento estetico ed elemento di sorpresa, è stata adibita a luogo di delizie: un vero e proprio trionfo di idromassaggio con zampilli d'acqua i più vari, dall'alto per la schiena e collo, dal fondo per piedi e dita e più in alto leggeri come pioggerellina per il viso.

Balneoterapia: istruzioni per l'uso

I bagni termali consistono nella completa immersione del corpo nell'acqua, in modo che ne emerga solo il capo. La durata consigliata della balneazione è di circa 30'.

Il ciclo terapeutico generalmente di 10 - 15 bagni che vengono eseguiti giornalmente.
L'utilità della balneoterapia è legata a due fattori: uno aspecifico, idroterapia in senso lato, di tipo fisico in rapporto alla pressione idrostatica ed alla temperatura dell'acqua; ed uno specifico, farmacologico, legato alle caratteristiche organolettiche dell'acqua.
La pressione idrostatica può essere semplicemente quella del peso dell'acqua sovrastante il corpo, oppure variare da 1 a 3 atmosfere nella balneoterapia arricchita da idromassaggio. Questo rende possibili movimenti che il soggetto non riuscirebbe ad eseguire fuori dall'acqua, con risultati positivi nella terapia dell'artrosi, dei reumatismi extra-articolari, degli esiti di traumi, ecc..

L'acqua

L'acqua di Villa dei Cedri è stata certificata (dal Ministero della Sanità con decreto del 7 Novembre 1996) come oligominerale, esente da contaminanti chimici, batteriologicamente idonea, appartenente al gruppo delle acque bicarbonato calciche, con una significativa presenza di silicio, potassio e magnesio.
Per queste sue preziose caratteristiche chimico fisiche, l'acqua di Villa dei Cedri svolge una benefica azione detergente, calmante ed antiflogistica ed è ritenuta di grande utilità sia nella prevenzione che nella terapia di un vasto numero di patologie o inestetismi cutanei, tra cui eczemi, dermatiti di contatto, dermatiti pruriginose, dermatiti associate a disturbi circolatori, celluliti, irritazioni o sensibilizzazioni in generale della pelle.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Alle Terme, largo ai giovani!

Scritto il 26 agosto 2014 da Alberto&Alberto

Da semplici luoghi di cura frequentati perlopiù da persone anziane, i siti termali sono diventati luoghi per tutti in grado offrire relax, benessere e anche divertimento.

Pillole di benessere

Più latte materno meno depressione?

Scritto il 22 agosto 2014 da Welly

E' quello che sostiene uno studio inglese pubblicato sulla rivista Maternal and Child Health al temine di una ricerca condotta su un campione di quasi 14.00 madri.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Scholl Pocket Ballerina Premium Novit del mese

Ballerina pieghevole Scholl, in tessuto fresco, da portare sempre con te e sfoggiare in ogni situazione per essere comoda ma elegante. Perfetta da tenere in borsetta e indossare quando sei stanca dei tacchi. E' la ballerina dell'estate!
Vedi prodotto

Visita i migliori hotel benessere.
Viaggia con la fantasia!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE