Menu Terme e cure termali
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti
Sei in:   benessere.com / Terme / Terme in Italia / Articoli / Terme di Agnano

LE TERME DI AGNANO

Dalla bonifica di un cratere vulcanico nella seconda metà dell’800, è venuta alla luce una delle più importanti risorse termali italiane, con una storia che risale all’epoca dei greci e dei romani. Dagli inizi del ‘900, quindi, il parco termale di Agnano è uno dei più conosciuti e frequentati del panorama termale nazionale, unendo all’efficacia terapeutica delle sue acque il valore aggiunto di un sito ricco di testimonianze archeologiche.

Un po’ di storia
I resti archeologici ritrovati accanto alla sorgente di Agnano, sia di origine greca che romana, oltre che una ricca bibliografia, sono le testimonianze di una intensa attività termale svolta già in epoca antichissima, che ha avuto il suo apice con la realizzazione di un impianto termale nel I secolo d.c. per volontà dell’imperatore Traiano. Una ulteriore prova della popolarità delle terme in epoche successive è nella testimonianza di San Gregorio Magno, che nei suoi Dialoghi scritti nel V secolo d.c. rivelava la frequentazione delle saune naturali da parte dell’arcivescovo di Capua, Germano, che qui si curò con successo un’artrite: da allora, le saune, che avevano origine probabilmente nell’età traianea e che sono tutt’ora attive, hanno preso il nome di Stufe di san Germano. Un primo, significativo intervento sul sito termale fu tuttavia compiuto solo dopo l’unità d’Italia, quando per motivi di igiene pubblica fu necessaria una bonifica di Agnano, ove intorno al X secolo si era formato un lago nel cratere vulcanico, che portò alla luce decine di sorgenti. Ci vollero poi ancora una quindicina d’anni prima che questa straordinaria risorsa iniziò ad essere adeguatamente sfruttata, a seguito dell’interesse suscitato dagli studi compiuti nel 1887 dal medico ungherese esperto nel campo termale Dott. Giuseppe Schneer unitamente all’idrologo e professore alla Regia Università di Sassari Prof. Vincenzo Gauthier. I due studiosi classificarono ben 72 sorgenti, cui se ne sarebbero aggiunte altre 3 negli anni ’20 e posero in evidenza gli effetti terapeutici delle acque, attirando così alcuni finanziamenti che consentirono la costruzione dei primi stabilimenti, oltre alla ristrutturazione delle Stufe di san Germano e di un padiglione per il ristori del re d’Italia, che iniziò a frequentare Agnano con una certa assiduità.

Pubblicità
Il Dott. Schneer credeva fortemente nelle possibilità commerciali delle Terme e le sue idee furono raccolte all’inizio del ‘900 da un gruppo di imprenditori edili che costituirono nel 1909 la prima “Società Terme di Agnano” affidando la progettazione di un grande complesso termale al giovane architetto piacentino Giulio Ulisse Arata. L’ambizioso progetto fu realizzato solo parzialmente ma nel 1911 furono comunque inaugurati i nuovi stabilimenti, completati a metà degli anni ’20 e oggetto di successive trasformazioni nei decenni successivi, resi necessari dalla decisione di tenere aperto il centro termale per tutto l’anno. Le Terme di Agnano furono fortemente danneggiate durante la II Guerra Mondiale, al termine della quale funsero anche da sede militare degli Alleati, per rinascere molti anni dopo: nonostante i progetti di risistemazione e rilancio, ancora una volta molto ambiziosi e dunque irrealizzabili per problemi economici, solo nel 1964 ebbero inizio i lavori di un nuovo stabilimento termale, inaugurato quattro anni dopo. Alla fine degli anni ’90, quindi, le Terme sono diventate di proprietà del Comune, così come l’albergo dello stabilimento, ed è iniziata una nuova fase di rilancio cui si è accompagnato il recupero e la catalogazione della grande quantità di documenti legati alla storia del sito termale, dando vita ad un interessante Archivio Storico aperto al pubblico.

Le acque
Le acque impiegate per le cure termali ad Agnano provengono da due delle numerose sorgenti presenti, ovvero la De Pisis e la Sprudel. Classificate come sulfureo-salso-bicarbonato-alcalino-bromo-iodiche, leggermente ferruginose ed ipertermali (60°C), esse vengono utilizzate per bagni, fanghi, irrigazioni e inalazioni soprattutto nella cura delle sindromi infiammatorie, per le malattie delle articolazioni e nevralgiche. La cura idroponica, in particolare, viene praticata per i disturbi epatobiliari e gastroenterici e le inalazioni per le malattie otorinolaringoiatriche.
Ottimi i fanghi ottenuto attraverso la combinazione tra la materia inorganica ma ricca di silice con le acque delle sorgenti, il cui risultato è classificato come salso-solfato–ferruginoso, con una forte componente organica fosfolipidica, che svolge una importante azione terapeutica.
Le celebri Stufe di San Germano, unico esempio di saune naturali a calore secco in Italia, dotate di un particolare microclima che consente di rendere sopportabili le alte temperature provocate dai gas vulcanici, vengono utilizzate per la loro azione disintossicante e decontratturante, efficaci per i problemi reumatici, per le patologie respiratorie e della pelle, per i soggetti in sovrappeso e per attenuare lo stress psico-fisico.

Lo stabilimento termale
Ad Agnano sorge un vero e proprio Parco Termale suddiviso in tre ampie aree corrispondenti alla Spa, all’albergo di proprietà comunale (l’unico ove vengono praticate direttamente le terapie termali) e le terme vere e proprie ove vengono effettuate le diverse cure e ove hanno sede i laboratori medici specialistici nei quali è possibile sottoporsi alle visite e agli esami strumentali. Bagni e fanghi si effettuano nello stabilimento realizzato ad inizio ‘900 in stile liberty che caratterizza anche la struttura che ospita le Stufe di San Germano. Presenti nel complesso anche un centro di cura per le vasculopatie periferiche e uno di estetica termale, denominato la Venere Marina, ove vengono proposti diverse tipologie di massaggi e per la remise en forme. Numerose ed efficienti le reti di collegamento e gradevole il soggiorno nel contesto di un’ampia area verde.

Pubblicità
Per il 2010 è prevista l’apertura di una grande piscina termale esterna, di una serie di piscine interne oltre all’attivazione di vari servizi, di un solarium e di un nuovo punto di ristoro.

Turismo nei dintorni
Agnano Terme si trova nella zona dei Campi Flegrei, nella parte nord-ovest della città di Napoli, una tappa inclusa a suo tempo nel Gran Tour d’Italia per via della presenza di molti siti di interesse storico-archeologico tra cui spiccano i resti delle sontuose ville edificate dagli imperatori e dalla aristocrazia romana.
Dal punto di vista naturalistico, obbligata una visita al bellissimo Parco degli Ausoni, già territorio di caccia reale, dotato di tre bacini lacustri di origine vulcanica e ove si possono visitare i resti delle strutture termali edificate dai romani nell’antichità, con il tempio di Serapide e la Grotta della Sibilla. Ad Agnano vi è anche un porto per imbarcarsi alla volta delle isole di Ischia (a sua volta sede di diversi, rinomati stabilimenti termali), di Vulcano e di Capri.
La stessa Napoli offre una quantità innumerevole di attrazioni storiche ed artistiche, oltre che la vicinanza alla meravigliosa Costiera amalfitana e ai siti archeologici di Paestum e di Pompei, visitati ogni anno da quasi tre milioni di turisti.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Allegra e sana: è la birra!

Scritto il 10 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Una birra in compagnia, una birra da solo… Comunque sia e specialmente d'estate, quello di sorseggiare una buona birra è un rito davvero festoso. E anche sano (se ci si dà una "regolata!...)

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 13 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato