Menu Terme e cure termali
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti
Sei in:   benessere.com / Terme / Terme in Italia / Articoli / Terme Pompeo

LE TERME POMPEO

Per secoli la zona di Ferentino, ove si trovano le Terme Pompeo (dal cognome del proprietario del terreno che fece edificare la prima struttura termale) è rimasta un’area paludosa che scoraggiava la frequentazione delle sorgenti. Solo a metà del XIX secolo la palude fu finalmente prosciugata e, dopo la bonifica, le Terme Pompeo iniziarono ad essere conosciute come tra le più rinomate del Lazio e del Centro Italia.

Un po’ di storia

Le scarse notizie relative alla presenza di impianti dell’epoca romana a Ferentino fanno risalire alla moglie dell’imperatore Vespasiano e madre di Tito e Domiziano, Flavia Domitilla, la costruzione di un edificio termale, del quale sono stati ritrovati alcuni resti e la testimonianze scritte di alcuni autori tra i quali Tito Livio e Svetonio. Le condizioni paludose della zona, che si sono protratte fino agli inizi del XVIII secolo, fanno tuttavia ritenere che le risorse termali non siano mai state sfruttate adeguatamente, né durante il Medioevo né in epoche successive. La bonifica della zona, terminata all’inizio del XIX secolo, incoraggiò un proprietario di un terreno irrigato dalle acque termali a promuovere la costruzione di una struttura ad uso terapeutico nel 1854; il proprietario si chiamava Ambrogio Pompeo e le terme, la cui concessione è rimasta ai suoi eredi, presero da lui il nome. Venti anni dopo la realizzazione dell’edificio termale, Ambrogio Pompeo commissionò al chimico Guido Baccelli una accurata analisi della acque che lo studioso realizzò insieme al collega De Santis nel 1878 (“Le acque acidulo-solforose di Ferentino”) e sull’onda di tali analisi, che esaltavano le qualità chimiche e terapeutiche delle acque termali della zona, altri medici ne approfondirono la conoscenza mentre la frequentazione delle Terme Pompeo cresceva di stagione in stagione, facendone una delle strutture termali più conosciute ed apprezzate nel Lazio.

Le acque

Le sorgenti termali dell’area di Ferentino sono quattro - Fontana Olente, Strofino, la Bicipite e la Bagnatoio – ma le Terme Pompeo utilizzano attualmente solo quest’ultima, con una portata di 130 litri al minuto. Si tratta di un’acqua fredda (sgorga ad una temperatura di 19°), di tipo sulfureo-bicarbonato-calcico con un grado sulfidrimetrico medio (19/1) che garantisce un’applicazione per molte patologie. Il contenuto in ioni di bicarbonato è valutato attorno a 1,04 g., quello di calcio attorno ai 0,27/1 g. mentre quello C02 corrisponde a 361,3/1 ml. Le patologie indicate per l’acqua delle Terme Pompeo sono quelle respiratorie (faringiti, riniti, bronchiti), le malattie otorinolaringoiatriche, quelle reumatiche, cardiovascolari, ginecologiche e quelle dermatologiche. I trattamenti effettuati con le acque sono i bagni, gli idromassaggi, le inalazioni, le irrigazioni, le insufflazioni e le ventilazioni polmonari.

Lo stabilimento termale

Il nuovo complesso delle Terme Pompeo è stato realizzato tra il 1979 e il 1983 ma è entrato in attività solo nel 1984. La sua caratteristica è quella di inglobare gli impianti, i servizi e altre strutture in un unico edificio che occupa un’area coperta di 2.200 mq con 4 piani di elevazione.
Ai quattro piani corrispondono i vari reparti di cura: un piano ospita le sale per le visite mediche, uno ospita il reparto per i trattamenti balneo terapici, uno il reparto per i trattamenti ginecologici e uno il reparto per i trattamenti inalatori. L’impianto termale è dotato anche di un Centro Congressi che si trova all’interno di un parco secolare accanto al vecchio stabilimento con una sala a forma di anfiteatro dalla capienza di 250 posti ed alcune sale meetings di capienza minore, oltre ad aree espositive e spazi per servizi post-congressuali.

Pubblicità

Turismo nei dintorni

Il contesto ambientale nel quale è situata la stazione termale la rende particolarmente interessante per il turismo naturale; le mete più ambite, da questo punto di vista, sono gli altipiani di Arcinazzo, il Lago Canterno e il Circeo. La cittadina di Ferentino, che si trova ad un chilometro di distanza dal complesso delle Terme Pompeo, offre essa stessa alcuni motivi di richiamo turistico, con i resti di una Acropoli pre-romana, la cinta muraria e le porte romane, il Duomo romanico ed altri edifici medievali.
Tutta la provincia di Frosinone, detta anche Ciociaria, è segnata dall’antica presenza dei Romani, il cui dominio sulla zona seguì quello degli Ernici, degli Equi, dei Volsci e dei Sanniti. Vi è dunque una presenza significativa di resti archeologici di epoca romana, così come di castelli e fortificazioni medievali. Quattro i parchi archeologici dell’area da quello di Fregellae ad Arce, al Parco Casinum di Cassino dal Casale di Castro dei Volsci a quello del Castello dei Conti d’Aquino, a Roccasecca.
Oltre a quelle di Ferentino, appartengono al territorio ciociaro anche altre Fonti termali molto frequentate come quelle di Bonifacio e la Fonte Anticolana a Fiuggi e le Terme Varroniane a Cassino.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

In viaggio per allegria/3 - Barcellona

Scritto il 23 agosto 2016 da Alberto&Alberto

La terza tappa di un viaggio  tra allegria e benessere è Barcellona, che vanta tra le sue principali attrazioni la Rambla, il lungo e colorato Viale sempre affollato di persone provenienti da ogni dove. E, naturalmente, le allegre e sorprendenti creazioni di Anton Gaudì.

Pillole di benessere

Stop ai dolci fino ai 2 anni

Scritto il 26 agosto 2016 da Welly

Le nuove linee guida dell’American Heart Association sono tassative: niente prodotti a base di zucchero fino ai due anni di età se si vuole prevenire l’obesità e i rischi ad essa connessi.

Offerta del mese
Sedia ergonomica naturale - Color ecrù
Offerta del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole

Altezza:63 cm
Larghezza:45 cm
Profondità:50 cm

Vedi prodotto

Novità
Termo Cuscino MYSA
Novit del mese

Un innovativo Termo-Cuscino che abbina i benefici della Agopressione a quelli della Termoterapia e delle proprieta' naturali della Pula di Farro Biologica, col massimo effetto analgesico e de-contratturante delle tensioni proprio la' dove piu' si accumulano, ovvero nell’area di Cervicale, Nuca e Spalle, e per regalarti momenti di incredibile relax! La Pula di Farro e’ inoltre in grado di rilasciare a lungo il benefico calore, dopo aver riscaldato il cuscino interno al forno o al microonde per soli 3 minuti.Permette al sangue di irrorare meglio i tessuti e le articolazioni. Non attira gli acari. Dopo alcune ore nel congelatore, il cuscino puo’ anche essere utilizzato freddo, per trattamenti di Crioterapia, alleviando: ematomi, contusioni, infiammazioni o gonfiori! E' un Dispositivo Medico Riconosciuto dal Ministero Della Salute.
E' UN BREVETTO MYSA. REGISTRATO PRESSO IL MINISTERO DELLA SALUTE ITALIANO. FATTO IN ITALIA.

Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2016 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.