Menu Terme e cure termali
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti
Sei in:   benessere.com / Terme / Terme in Italia / Articoli / Terme di Porretta

LE TERME DI PORRETTA

Le Terme di Porretta sono tra le più famose d’Italia, grazie alle straordinarie proprietà delle sue acque – provenienti da vari fonti e quindi in grado di trattare le patologie più diverse - ma anche per la bellezza del luogo che le ospita e che ne fa una meta di svago e di villeggiatura privilegiato per migliaia di persone ogni anno.

Un po’ di storia
Come molte altre località termali, anche quella di Porretta Terme ha la sua leggenda: in questo caso si racconta di un bue ammalato e liberato dall’aratro dal suo padrone che, dopo aver vagato per i dintorni, si fermò a bere alla fonte termale poi denominata Puzzola e guarì immediatamente. Leggende a parte, quel che è certo è che la storia delle Terme di Porretta ha almeno duemila anni e il fatto che le sorgenti fossero conosciute in età romana è testimoniato dal ritrovamento nel 1888 di un mascherone raffigurante il volto di un leone risalente al I secolo d.c. Nei secoli successivi, però, non vi sono documenti storici né archeologici che raccontino l’evoluzione delle terme, almeno fino al XII secolo, quando invece iniziano ad essere citate con una certa frequenza in vari documenti, che attestano anche l’interesse che il potere politico bolognese riponeva nelle sue risorse. Quest’ultimo si concretizzò nel giro di qualche anno con l’ampliamento del centro abitato – all’epoca si chiamava Bagni della Porretta – e con la costruzione dei primi alberghi. Tra il XV e il XVI secolo e dunque durante il Rinascimento, le Terme di Porretta attirarono Principi e Signori come Lorenzo il Magnifico, la moglie di Francesco I de’ Medici, il Cardinale Francesco Gonzaga (con il pittore Andrea Mantegna al suo seguito), il primo marito di Lucrezia Borgia Giovanni Sforza Visconti mentre Niccolò Machiavelli le citò nella sua Mandragola. Durante l’Illuminismo, le terme di Porretta conobbero un ulteriore sviluppo insieme alla commercializzazione delle sue acque e dei sali che se ne ricavavano, tuttavia l’utilizzo delle acque restava ancora un privilegio per le elite, data la difficile accessibilità della località che sarebbe durata fino alla costruzione della Ferrovia Transappenninica. Tra nuove strade e tratti ferroviari, le terme acquisirono grande popolarità nel XIX secolo, l’epoca del loro massimo splendore, durante il quale il vecchio impianto termale fu abbattuto per la costruzione del nuovo stabilimento Leone-Bove (dai due animali simbolo delle Terme). Nella seconda metà del Novecento quindi, quando il termalismo iniziò a diventare un fenomeno di massa, alla storica clientela rappresentata da artisti e aristocratici, si aggiunse quella della gente comune, proveniente da tutta Italia e dall’estero per eleggere la località tra le più rinomate e frequentate del panorama termale italiano.

Pubblicità
L’acqua termale
Dalle fonti termali di Porretta fuoriescono acque sia di tipo sulfureo, ricche di idrogeno solforato, che di tipo salsobromoiodico, ricche di oligoelementi, sale e iodio. Le prime sgorgano dal terreno nella parte alta di Porretta Terme, la stessa dove alla fine del XIX secolo furono riportate alla luce le testimonianze delle antiche terme romane; quattro le sorgenti: Marte, Bove, Donzelle e Leone. Costituite in gran parte da cloruro di sodio, sodio, bromo e iodio e dunque simili all’acqua di mare, queste acque agiscono con grande efficacia sul sistema nervoso centrale, hanno azione antiinfiammatoria sui tessuti, antisettica su cute e mucose e stimolano la secrezione di numerosi ormoni. Le acque sulfuree, invece, sgorgano alla sinistra del fiume Reno dalle sorgenti Puzzola, Porretta Nuova e Galleria della Madonna e contengono un gas, l’idrogeno solforato, che consente allo zolfo di svolgere azione sedativa ed antispastica, fluidificante sulle mucose, protettivo nei confronti delle riacutizzazioni delle malattie dell’apparato respiratorio e delle allergie, oltre a svolgere un effetto rigenerante sulla pelle. Ancora e nel loro complesso, la acque di Porretta Terme sono efficaci nella cura dell’apparato locomotore, del sistema vascolare periferico, nella cura della sordità rinogena, delle affezioni gastroenteriche, delle affezioni dermatologiche e di alcuni disturbi ginecologici.

Lo stabilimento termale
Il Centro Termale di Prevenzione, Cura e Riabilitazione di Porretta Terme è costituito da 6 stabilimenti e da 8 centri di cura. Presso le Terme di Porretta vengono effettuati tutti i trattamenti termali, diversificati in base alle necessità e alle proprietà delle sue acque che si dividono tra salsobromojodiche e sulfuree. I mezzi di applicazioni delle acque salsobromojodiche sono i fanghi (maturati per un anno, al contrario di quanto accade nella maggior parte degli altri stabilimenti termali dove vengono lasciati nei vasconi non oltre i sei mesi), applicati sul corpo del paziente alla temperatura di 49°, i bagni alle temperature di 35° e 38°, i percorsi vascolari, le irrigazioni vaginali, le docce rettali e gli aerosol. Le acque sulfuree vengono invece utilizzate anch’esse per gli aerosol ma anche per gli humages, i getti diretti, la nebulizzazione in ambiente, le insufflazioni endotimpaniche ed i politzer, i lavaggi nasali, le docce nasali micronizzate e i bagni. Presso lo stabilimento vengono inoltre trattate alcune malattie molto frequenti in età pediatrica come le patologie dell’orecchio, del naso e della gola, oltre alla dermatite atopica ed è presente una palestra per la riabilitazione. La Natural Spa dello stabilimento propone diverse tipologie di massaggio, percorsi di depurazione e detossinazione, trattamenti per il viso e per il corpo utilizzando ove necessario e possibile anche le acque termali. Passato ad una nuova gestione da maggio 2011, il complesso delle Terme sta conoscendo una graduale riqualificazione degli spazi, anche a livello di arredi e di dettagli architettonici, con introduzione di nuovi servizi per i clienti.

Pubblicità
Turismo nei dintorni
Porretta Terme è ben attrezzata per offrire al visitatore un piacevole soggiorno con proposte sportive e ricreative e un contesto naturale che invita a rigeneranti passeggiate nei boschi, con oltre 300 chilometri di sentieri che conducono a piccoli borghi in pietra e a santuari. Tra le più interessanti località nelle immediate vicinanze ci sono Castelluccio con il Santuario della Madonna del Faggio, il Parco del Corno alle Scale, le Cascate del Dardagna, il Lago Scaffaiolo, il Santuario della Madonna dell'Acero, il borgo in pietra di Monteacuto. In direzione di Bologna, si incontra il Parco storico di Montesole e soprattutto il parco archeologico etrusco di Marzabotto. Ad appena un’ora di automobile sia da Bologna che da Firenze, Porretta Terme rappresenta inoltre una base ideale per poter visitare le splendide città d’arte.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Let's get physical!

Scritto il 21 ottobre 2014 da Alberto&Alberto

Incappo casualmente nell'ascolto di una vecchia hit degli anni '80, "Physical" di Olivia Newton-John e la mente torna al 'boom' del fitness che data in quel periodo e la cui principale paladina fu Jane Fonda con le sue "mitiche" lezioni di aerobica in versione casalinga.

Pillole di benessere

Emorroidi, sfatiamo il tabù

Scritto il 24 ottobre 2014 da Welly

È una delle malattie più diffuse del mondo occidentale eppure della patologia emorroidiaria (volgarmente detta "emorroidi") se ne sa poco, perché ammantata di un'aura di vergogna. E invece bisogna parlarne e conoscerla. Oppure spiegarla, come facciamo qui.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Estrattore di succo Hippocrates Hippo Plus Novit del mese

La centrifuga Hippocrates ha una resa maggiore rispetto alle altre centrifughe e produce un succo di frutta e verdure che non contiene alcuna traccia di polpa; è un robot da cucina perfetto per la cucina sana, in particolare per quella crudista. Comprare una centrifuga è un investimento che non si fa tutti i giorni e Hippo Plus di Hippocrates è la migliore centrifuga in cui investire i tuoi soldi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE